Hai paura che qualcuno possa spiare la tua attività online? Vorresti accedere al catalogo mondiale di Netflix per non perderti neanche un telefilm? Non vuoi che il tuo provider di internet sappia che usi torrent o guardi film in streaming? Che si tratti di sicurezza online, intrattenimento digitale o difesa della privacy, la risposta a queste tre domande è sempre e solo una: VPN.

Quasi sicuramente ti sarà già capitato di sentire il termine VPN, da colleghi di lavoro, amici o anche semplicemente pubblicizzate su internet, soprattutto se ti capita di guardare film e telefilm in streaming o se usi abitualmente siti di torrent. Ma le VPN possono essere usate per molti motivi diversi, in primis per assicurare la propria privacy su intenet, perché ad oggi difficilmente possiamo parlare di sicurezza online senza menzionare questa tecnologia.

In questo articolo vedremo in breve cosa sono e come funzionano le VPN e quindi perché utilizzarle nei tre ambiti principali a cui ci siamo riferiti all’inizio, ovvero sicurezza, privacy e intrattenimento. Già sai cosa sono e vorresti saperne di più? Dai un’occhiata a questo articolo che sfata i luoghi comuni più diffusi sulle VPN!

VPN Cosa sono come funzionano perché usarle - sicurezza computer assistenza

Cosa è e come funziona una VPN

L’acronimo VPN sta per Virtual Private Network, ovvero rete privata virtuale. La rete in questione è privata in quanto accessibile solo a utenti con autorizzazione e virtuale poiché è dislocata su internet e non necessariamente cablata o collegata con mezzi fisici (come può essere la rete di casa). Utilizzando protocolli di tunneling, la VPN consente sia di nascondere la propria attività online sia di mascherare il proprio indirizzo IP da cui si accede a Internet, risultando ad esempio connessi da un altro paese.

Come si traduce questa tecnologia per l’utente medio? In pratica, quando navighiamo su internet e, per esempio, clicchiamo su un link o proviamo ad accedere a un sito web, il nostro computer, tramite il provider internet (ovvero Fastweb, Vodafone, TIM, ecc…), inoltra una richiesta al server su cui risiede la pagina a cui stiamo provando ad accedere. Il server quindi risponde alla nostra richiesta, restituendo il contenuto della pagina. In questo caso quindi, il nostro provider vede a che sito ci stiamo collegando e il sito vede che ci stiamo collegando, ricevendo svariati dati identificativi insieme alla nostra richiesta. Inserendo la VPN in mezzo a questa dinamica invece il percorso cambia. Collegandoci a una VPN infatti, il nostro computer, sempre tramite il provider internet, si collega alla rete privata virtuale in questione e sarà poi questa rete privata a inoltrare la nostra richiesta al sito che vogliamo visualizzare. Il sito stesso, vedrà solo i dati della VPN e non del nostro computer o del nostro provider, che a sua volta non potrà vedere a che sito ci stiamo collegando.

Come avrai capito quindi, utilizzando una VPN, Fastweb, TIM, Vodafone o chicchessia vedrà solo che siamo collegati al servizio, senza riuscire a “vedere” i dati che inviamo e ci vengono inviati. Potremmo parlare per ore e ore di come funziona questa tecnologia, ma in soldoni, questo è quanto. Vediamo quindi perché usare una rete privata virtuale e come ci può aiutare.

VPN come funziona rete privata virtuale - assistenza computer

VPN per la sicurezza online

Questo è sicuramente uno degli utilizzi più diffusi per le VPN, tanto che sono sempre di più le suite di antivirus e sicurezza online che mettono a disposizione una qualche forma di VPN, seppur solitamente in misura limitata (ad esempio con traffico di dati predefinito al giorno o al mese). Se non ti è chiaro come una VPN faccia a migliorare la tua sicurezza mentre navighi su internet, prova a pensare a quante volte ti sei collegato a reti Wi-Fi pubbliche. Quando ti colleghi a una linea pubblica, non solo non sai chi altro può essere collegato insieme a te, non sai neanche quali possano essere le intenzioni o le politiche di controllo dati del gestore della rete stessa. La linea infatti, potrebbe essere controllata da un hacker, che controlla il traffico sulla rete spiando i computer collegati alla ricerca di informazioni private, come credenziali di accesso per siti di online banking, carte di credito e altro. Utilizzando una Virtual Private Network però, tutto il tuo traffico verrà cifrato, quindi se anche qualcuno dovesse riuscire a intercettare i tuoi dati, sarebbero inutilizzabili.

Nascondere i propri dati da occhi indiscreti di hacker o altre entità non è l’unico motivo per utilizzare le VPN per la sicurezza online, ma vista la natura degli altri, passiamo alla prossima categoria di utilizzo delle reti private virtuali, sicuramente strettamente collegata a questa.

VPN per difendere la propria privacy su Internet

Fortunatamente in Italia non è in vigore (ad oggi) un regime di censura, ma in altri paesi nel mondo la censura online esiste eccome. La VPN è essenzialmente l’unico modo per aggirare la censura governativa online, in quanto i dati trasmessi tramite la rete privata sono cifrati e le comunicazioni o ricerche non possono essere né intercettate né filtrate.

Bisogna anche dire che non c’è bisogno di arrivare all’estremo di una censura oppressiva per voler nascondere il proprio traffico su internet. Alcuni provider infatti registrano le informazioni sull’uso che facciamo della nostra connessione per rivenderle successivamente. Inoltre, alcuni gestori non consentono l’uso di torrent, in quanto identificati praticamente in toto come metodo di diffusione della pirateria, anche se non tutti i torrent riguardano necessariamente contenuti illegali. Con una VPN potrai scaricare torrent privatamente e senza problemi.

Infine, ricollegandoci anche al primo punto della sicurezza online, visto che le connessioni tramite reti private virtuali sono cifrate, anche le comunicazioni che effettuiamo mentre siamo collegati a una VPN rimangono protette e inaccessibili. È vero che tante app ormai hanno una cifratura incorporata, ma vuoi veramente che qualcun altro possa sentire quel vocale o vedere l’ultima foto che hai mandato?

Virtual Private Network - Sicurezza Online - Assistenza Computer

VPN per l’intrattenimento digitale

Privacy e sicurezza sono senz’altro ottimi motivi per abbonarsi a un servizio di VPN, ma la verità è che l’avvento dello streaming e successivamente di Netflix e altre piattaforme hanno dato una spinta notevole al settore. Sono tantissime infatti le VPN che consentono di collegarsi a Netflix da diversi paesi, offrendoti quindi l’accesso al catalogo mondiale del colosso dello streaming online. Quel telefilm che volevi vedere è disponibile solo nel catalogo canadese di Netflix? Non ci sono problemi, ti basterà collegarti al server canadese! È doveroso precisare che non solo Netflix non approva l’utilizzo delle VPN, ma sistematicamente prova a limitare l’accesso degli utenti che utilizzano tali servizi. Allo stesso modo però, proprio per la spinta che Netflix e altre piattaforme di streaming online hanno dato al business delle reti private virtuali, le aziende tendono a trovare subito soluzioni quando server o location specifiche vengono bloccate.

Netflix e l’accesso a contenuti geolocalizzati non è l’unico motivo per cui sottoscrivere una VPN per l’intrattenimento però. Qualche mese fa per esempio ho scoperto che Vodafone, sistematicamente, limita il mio traffico su Spotify, quindi sono riuscito ad aggirare il limite proprio usando una connessione protetta, continuando ad ascoltare musica in tranquillità. Allo stesso modo, alcuni provider limitano la velocità di trasmissione dati per il gaming online, quindi con una VPN è possibile nascondere questo tipo di traffico, giocando quindi a una velocità maggiore di quella che sarebbe altrimenti consentita da Fastweb, Vodafone, TIM o qualunque sia il tuo gestore Internet.

VPN intrattenimento gaming netflix

Come scegliere un provider

Scopri subito le migliori VPN con l’articolo dedicato o leggi le recensioni disponibili su Stolas Informatica:

Intanto però, vediamo subito quali sono alcuni degli aspetti principali da tenere in considerazione per scegliere la rete privata virtuale che fa al caso tuo.

  • Costo – Mantenere un servizio VPN di qualità costa. Per questo non dovresti MAI fidarti di chi ti promette l’accesso gratuito a VPN, semplicemente perché se non vendono quel servizio, vendono te, rischiando quindi di essere danneggiato più di quanto non lo saresti senza usare affatto una rete privata virtuale. Detto questo, il prezzo mensile per un buon servizio VPN può variare da meno di 2€ al mese fino anche a 15€, a seconda dell’azienda e del periodo di fatturazione. (Surfshark offre uno dei migliori prezzi, leggi subito la recensione completa del 2020).
  • Numero di server – Quanti server ha a disposizione la VPN? La disponibilità di server si traduce, solitamente, in prestazioni migliori della connessione, maggior sicurezza e un pool più grande di indirizzi IP per la nostra utenza (NordVPN dispone della maggior quantità di server, offrendone oltre 5.000 in 62 paesi, leggi la recensione completa del 2020).
  • Posizione dei server – Dove sono i server dell’azienda? Da dove potrai “emulare” la tua connessione? La posizione dei server è un punto critico se hai intenzione di usare la tua VPN per accedere a cataloghi streaming stranieri (PureVPN offre connessioni da oltre 140 paesi, con oltre 2.000 server e 180 località).
  • Connessioni simultanee – Quanti dispositivi vorresti collegare contemporaneamente alla VPN? La utilizzerai da solo o con qualche amico o familiare? La maggior parte dei servizi VPN offrono in media 5-6 connessioni simultanee (sempre Surfshark), ma alcune aziende arrivano a offrirne anche 10 o addirittura non pongono alcun limite.

Ovviamente esistono anche altri fattori che possono fare la differenza nella scelta di un servizio, come i metodi di cifratura adottati, i sistemi operativi e le piattaforme utilizzabili (Windows, Linux, MacOS, Android, iOS, e così via) e ovviamente le piattaforme di streaming supportate (come Netflix, Hulu, BBC, HBO Now). Sono tutti fattori che andremo a vedere più avanti nelle recensioni dedicate ai singoli servizi VPN che provo personalmente e che mi sento di consigliare.

Domande frequenti sulle VPN

Le VPN sono legali?

Sì, le VPN sono completamente legali. Il motivo per cui esiste ambiguità sulla loro legalità è dovuto al fatto che, anonimizzando la tua identità online e crittografando la connessione, sono spesso utilizzate da chi vuole nascondere le proprie tracce per attività come il download di torrent, lo streaming di film e telefilm protetti da diritto d’autore (non su piattaforme come Netflix, ma tramite vie illegali), l’accesso a IPTV solitamente a pagamento e così via. Le VPN sono quindi assolutamente legali, ma usarne una per commettere reati non renderà più legale il crimine, ma solo più difficile scoprirlo; la responsabilità sarà comunque sempre la tua. Leggi il mio articolo sui luoghi comuni più diffusi sulle VPN!

Le VPN sono sicure o pericolose?

Le migliori VPN sono sicurissime. I servizi consigliati su Stolas Informatica (e le migliori in generale) sono assolutamente sicuri. Mi assicuro personalmente che tutte le VPN abbiano una no-log policy confermata, con crittografia di livello militare a 256-bit e protocolli di connessione sicurissimi. Puoi stare tranquillo, con le VPN consigliate su questo sito il tuo anonimato e il tuo traffico di navigazione rimarrà sempre protetto!

Esistono VPN gratis?

Sì. Se vuoi scoprire le migliori VPN gratis del 2020, leggi pure il mio articolo dedicato, ma sappi che tutte le VPN gratuite impongono qualche limite all’utilizzo del servizio. Nel migliore dei casi avrai un traffico giornaliero limitato, in altri invece potrebbero non essere disponibili molte località per la connessione, la connessione potrebbe non sbloccare i servizi di streaming che ti interessano o la crittografia del piano gratuito potrebbe non essere altrettanto robusta. Ti sconsiglio subito l’utilizzo di Hola VPN, che vende il traffico di navigazione e altri dati dei propri utenti, rendendo l’utilizzo della VPN abbastanza inutile.

Quali sono le migliori VPN?

Ci sono centinaia di servizi VPN sul mercato. I migliori sono quelli che non impongono alcun limite di traffico, offrendo una crittografia di livello limitare a 256-bit su svariati protocolli, tra cui OpenVPN, come Surfshark e NordVPN. Se vuoi saperne di più, leggi il mio articolo sulle migliori VPN del 2020!

Ho bisogno di una VPN sul mio smartphone iOS/Android?

Assolutamente sì. Gli smartphone, che siano iOS o Android sono, per loro stessa natura, tra i dispositivi più a rischio. Quante volte ti colleghi a una Wi-Fi pubblica o non protetta da password? Quanto sai delle reti a cui ti colleghi? Le reti wireless pubbliche e non protette espongono sempre a determinati rischi tutti gli utenti collegati, perché non sai mai chi altro è collegato e che intenzioni abbia. Con una VPN sul tuo telefono, potrai proteggere la tua connessione ogni volta che ti colleghi a una rete non protetta (o anche tenerla sempre attiva), crittografando il tuo traffico, così che se qualcuno dovesse spiare la tua attività, non riuscirebbe a leggere nulla.

Come si usa una VPN?

Usare una VPN è semplicissimo. Tutte le migliori VPN infatti offrono applicazioni facilmente installabili per i sistemi operativi più diffusi, come Windows, macOS, Linux, Android, iOS… Solitamente, una volta abbonato a un servizio VPN potrai scaricare l’app sui dispositivi che vuoi proteggere, quindi ti basterà fare il login e collegarti alla VPN. Semplice no?

Conclusioni

Se utilizzi internet per lo streaming di film e telefilm o scaricare torrent o se viaggi e sei parecchio in mobilità e quindi collegarti alle reti pubbliche è una cosa che non puoi evitare la VPN è un servizio che non potrai non trovare utile e praticamente necessario. La sicurezza e la privacy che offre sarebbero già abbastanza a decidere di fare il salto, ma tutti i benefici aggiunti che ne possiamo trarre per quanto riguarda l’intrattenimento digitale rendono le offerte di queste reti privati virtuali semplicemente imperdibili.

Mi è sfuggito qualcosa? Se secondo te posso o dovrei arricchire questo articolo con altre informazioni, o se dovessi avere domande su questo o altri argomenti per quanto concerne la navigazione sicura e le VPN in generale, commenta qui sotto o scrivimi, sarò felici di risponderti il prima possibile!

Se sei di Roma o dintorni e dovesse servirti una mano a configurare la tua VPN o qualsiasi altro programma sul tuo computer, contattami, sarò felice di aiutarti! Controlla subito tutti i servizi di assistenza per PC fissi e portatili notebook con cui posso aiutarti ad assicurarti che il tuo computer sia sempre al top! Seguimi anche su Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato sulle novità di Stolas Informatica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Send this to a friend