fbpx

In tempi relativamente brevi, TikTok è diventato uno dei social network più diffusi e amati al mondo. L’app ha oltre un miliardo di utenti e sta continuando a crescere rapidamente, ma espone gli utenti a una serie di potenziali minacce. L’utilizzo di TikTok infatti potrebbe mettere a rischio la tua privacy e la tua sicurezza online. Continua a leggere per scoprire quali sono i problemi di TikTok e come tutelare la tua privacy quando lo utilizzi!

Altri articoli che potrebbero interessarti:

tiktok-privacy-sicurezza-copertina

Che cos’è TikTok?

TikTok è una piattaforma di social media che si concentra su contenuti video di breve durata. L’app è nata nel 2016, il che la rende una delle ultime arrivate in un mercato affollato come quello dei social, ma da allora ha riscosso un successo esplosivo. Oggi conta oltre un miliardo di utenti e la sua crescita non mostra segni di rallentamento.

L’applicazione consente agli utenti di visualizzare i video pubblicati dagli altri e, ovviamente, di caricare video per renderli fruibili a tutti. I contenuti che vengono quindi proposti agli utenti dipendono, per la maggior parte, dagli algoritmi di TikTok.

TikTok è sicuro?

TikTok è relativamente sicuro per l’utente medio, ma presenta diversi problemi di privacy e sicurezza, dalla raccolta invasiva di dati alle truffe di phishing.

Mentre anche molti altri social network hanno problemi per la privacy, TikTok presenta alcuni fattori di rischio unici, tra cui la potenziale interferenza del governo cinese. Non preoccuparti, nel corso di questo articolo vedremo tutti questi aspetti in maggior dettaglio.

L’algoritmo di TikTok

La caratteristica distintiva di TikTok, e probabilmente la ragione principale del suo successo, è la Pagina Per Te (For You Page o FYP). Questa caratteristica la distingue dalle altre piattaforme, anche se molti concorrenti stanno cercando di imitarla.

La FYP è un feed a scorrimento continuo di video curati da un algoritmo. Non si tratta necessariamente di video di creatori che si è scelto di seguire. Invece, ciò che appare sulla FYP è deciso da un algoritmo, in base ai tuoi interessi specifici.

La FYP di TikTok è notoriamente efficace nell’individuare gli interessi a livelli di nicchia e le personalità del singolo utente. L’algoritmo infatti è estremamente bravo a valutare il tipo di video che trattiene un utente sull’app, dando così la priorità ai contenuti simili.

Anche se l’algoritmo può offrire agli utenti un’esperienza migliore, contribuisce al primo grande problema da discutere: la privacy.

Problemi per la privacy su TikTok

I fattori che contribuiscono ai problemi per la privacy su TikTok sono diversi.

Un algoritmo basato sui dati

Probabilmente, il problema più evidente di TikTok è che raccoglie grandi quantità di dati degli utenti. Per questo l’algoritmo è così efficace: monitora e registra il comportamento degli utenti e poi cura le loro FYP per renderle il più coinvolgenti possibile.

Appena si comincia a usare TikTok, l’azienda inizia a costruire un profilo dell’utente, che include i suoi interessi, le sue inclinazioni politiche e ogni altra variabile che potrebbe influire sulla selezione dei video che vede. Si potrebbero fare due obiezioni principali verso questo tipo di profilazione.

La prima è una questione di principio. Un’azienda dovrebbe avere questo tipo di informazioni sulla tua vita personale? Ti senti a tuo agio sapendo che TikTok valuta e deduce (spesso con notevole precisione) la tua sessualità, le tue inclinazioni politiche e le tue condizioni di salute?

Il secondo problema è più pratico. Quando le grandi aziende raccolgono enormi quantità di dati sui loro utenti, basta una sola violazione dei dati perché queste informazioni finiscano nelle mani sbagliate. Gli hacker non vedono l’ora di rubare dati preziosi alle aziende online e non c’è alcuna garanzia che i giganti dei social media siano effettivamente in grado di proteggere i tuoi dati.

Il browser in-app di TikTok

TikTok utilizza un browser in-app, integrato nell’app stessa. Questo significa che, quando un utente prova a “uscire” da TikTok, cliccando su un annuncio o un link in bio, rimane comunque nell’app. Invece di passare a Chrome o Safari, visualizza le pagine attraverso il browser interno di TikTok.

Il browser interno dà all’azienda la possibilità di monitorare il comportamento su siti web e pagine che un utente potrebbe ritenere non di competenza di TikTok. Questo tipo di monitoraggio non viola alcun accordo sulla privacy e altre app, tra cui Instagram, hanno un sistema simile, ma è un altro ambito in cui gli utenti potrebbero finire per esporre più informazioni personali di quanto intendano.

ByteDance e il Partito Comunista Cinese

TikTok è di proprietà di ByteDance, una società con sede in Cina. Secondo la legge cinese, ByteDance è tenuta a condividere i dati degli utenti con le autorità, se richiesto.

È anche comprensibilmente incentivata a rimanere in linea con la politica del Partito Comunista Cinese, che secondo alcuni ha portato l’azienda a sopprimere i video che parlano di abusi dei diritti umani contro i musulmani uigeri nella provincia cinese dello Xinjiang.

Anche se è difficile verificare la posizione di TikTok su questi temi, il fatto che ByteDance operi sotto l’autorità del PCC dovrebbe sollevare preoccupazioni sulla privacy degli utenti.

Problemi per la sicurezza su TikTok

Come la maggior parte delle piattaforme social, anche TikTok presenta una serie di rischi per la sicurezza associati al suo utilizzo.

Truffe su TikTok

Per cominciare, l’iscrizione alla piattaforma è facile e non richiede che gli utenti dimostrino la propria identità. Di conseguenza, gli hacker possono creare rapidamente identità false e ripubblicare i contenuti di altri content creator più famosi.

Il proprietario dell’account può includere un link sospetto nella propria biografia o inviare direttamente un messaggio ai nuovi follower con un URL dannoso. Quando gli spettatori cliccano sul link, pensando di avere a che fare con un account legittimo e conosciuto, possono finire per scaricare malware o esporre informazioni private.

Questi problemi non sono affatto unici di TikTok, ma il fatto che la base di utenti di TikTok sia relativamente giovane (la percentuale maggiore di utenti attivi è costituita da donne e ragazze di età inferiore ai 24 anni) rende queste minacce più preoccupanti. C’è ben poco che possa impedire a un malintenzionato di creare una falsa identità TikTok per truffare gli utenti più giovani o peggio.

Violazioni dei dati

Come già accennato, TikTok è un bersaglio allettante per gli hacker. Il rischio di violazione dei dati non è solo un problema teorico.

Nel 2022, Microsoft ha annunciato di aver individuato almeno una “vulnerabilità ad alta gravità” nell’app Android di TikTok. Pochi giorni dopo, è emersa la notizia di una potenziale violazione dei dati che coinvolgeva un server non sicuro di TikTok. Numerosi esperti di cybersicurezza hanno espresso su Twitter le loro preoccupazioni in merito all’incidente, anche se l’azienda ha poi negato che i dati degli utenti fossero a rischio.

TikTok è solo l’ultima piattaforma di social media a subire (presumibilmente) una violazione dei dati. Facebook, Instagram e Twitter hanno affrontato incidenti simili negli ultimi anni. Tuttavia, con l’aumento del parco utenti di TikTok a un ritmo senza precedenti, nei prossimi anni diventerà un obiettivo sempre più grande per gli hacker.

TikTok è adatto ai bambini?

TikTok è destinato agli utenti di età superiore ai 13 anni, quindi i bambini più piccoli non dovrebbero utilizzare l’applicazione. Tuttavia, i genitori dovrebbero essere cauti nel permettere ai giovani adolescenti di accedere a TikTok per diversi motivi.

In primo luogo, l’algoritmo di TikTok può consigliare contenuti inappropriati, talvolta di natura sessuale, a utenti di tutte le età. A differenza di Facebook o Instagram, la maggior parte dei contenuti che gli utenti di TikTok vedono non proviene da account che hanno scelto di seguire; la FYP mostra continuamente nuovi video di creatori che potrebbero non aver mai visto prima. Di conseguenza, è difficile garantire che i bambini siano esposti solo a contenuti adatti alla loro età.

Non solo, tramite i messaggi diretti, chiunque può contattare i più piccoli su TikTok. Quando si crea un nuovo profilo, questo viene reso visibile pubblicamente come impostazione predefinita. Questo significa che chiunque può inviare messaggi al proprietario dell’account. Per questo motivo, bisognerebbe sempre assicurarsi che i profili dei figli più piccoli (se vuoi farli iscrivere) siano impostati come privati.

Per migliorare la sicurezza, tramite la funzione Family Pairing di TikTok, i genitori possono collegare il proprio account a quello dei figli, ottenendo un maggior controllo sulla loro esperienza sulla piattaforma.

Come rimanere al sicuro su TikTok

A questo punto, potresti essere tentato di eliminare TikTok per proteggere la tua privacy e sicurezza online. Tuttavia, se vuoi continuare a usare l’app, ci sono alcune misure che puoi adottare per migliorare la tua sicurezza sull’app e proteggerti dai criminali informatici.

  1. Diffida di link e URL. Prima di cliccare su un link nella biografia di un profilo o in un messaggio diretto, assicurati di verificare che l’account sia autentico. Se si tratta di un creator famoso, è verificato (con una spunta blu accanto al nome)? Da quanto tempo pubblica contenuti? I commenti sono attivati o disattivati? Se un hacker ha creato un account falso, è probabile che non sia verificato e che sia relativamente nuovo e che possa disattivare i commenti per evitare feedback negativi.
  2. Imposta il profilo come privato. Potrai comunque godere di tutti i contenuti che TikTok ha da offrire senza rendere pubblico il tuo profilo. Dai un’occhiata alle impostazioni della privacy e assicurati che solo le persone che conosci e di cui ti fidi possano vedere i tuoi contenuti.
  3. Non pubblicare contenuti che possano identificarti. Quando carichi video, assicurati di non includere immagini di casa e del tuo quartiere, viste dalle vostre finestre o altri contenuti che potrebbero essere usati per triangolare la tua posizione. Cerca di limitare la pubblicazione di informazioni sul tuo lavoro, sulla tua famiglia e su altri contatti personali. Più informazioni pubblichi, più sarà facile per gli hacker rubare la tua identità e usarla per lanciare attacchi di phishing contro altri.

Tu cosa ne pensi di TikTok in termini di privacy e sicurezza? C’è altro che vorresti sapere? Commenta qui sotto e condividi questo articolo con i tuoi amici! Non dimenticarti di iscriverti alla newsletter di Stolas Informatica e di seguirci su FacebookInstagram e Telegram per rimanere sempre aggiornato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.