Tlac-tlac, tatap.
Le tue dita corrono sulla tastiera digitando lettere, parole, frasi, caption su Instagram, messaggi su Facebook, lavori a un articolo per il tuo sito, arriva l’ora di cena.
Dopo il pasto, torni al pc, ma stavolta giochi, finalmente. Apri il launcher, digiti username, password, sei dentro, trovi un server, ti unisci alla partita. Approfitti della schermata di caricamento per spegnere le luci, immergerti meglio nell’atmosfera, e poi…
Salti fuori dalla giungla, cerchi la Q, ma premi TAB e perdi la tua occasione.
Finisci i colpi, premi R ma contemporaneamente anche il 5 e cambi l’arma invece del caricatore.
Premi W per correre incontro al bandito, invece hai premuto E sprecando una pozione.
Sbatti i pugni sul tavolo, non è possibile che ogni volta debba andare così.
E tutto perché non hai una tastiera retroilluminata, o cogli attuatori giusti sotto i tasti, o semplicemente il ghosting ha ucciso il tuo flusso di azione.
Ma per fortuna hai ordinato una tastiera nuova, una delle migliori tastiere da gaming!
Beh, la migliore per te. La più adatta alla tua situazione. Non esiste una tastiera capace di tutto. Giusto?

migliori-tastiere-gaming-copertina

Le migliori tastiere da gaming (fino a 90 €)

1. WisFox tastiera da gaming

WisFox Tastiera gaming cablata
  • Retroilluminazione:
  • Tasti multimediali:
    Combinati
  • Poggiapolsi:
    No
  • Interfaccia:
    Cablata
  • Dimensioni:
    44,3 x 17,2 x 3 cm
  • Peso:
    960g
  • Economica
  • Supporto per smartphone
  • Feedback tattile

Effettivamente, la WisFox non è capace di tutto. Solo di molto. E per il prezzo di un gioco in sconto, puoi portarti a casa una compagna fedele e robusta. Letteralmente, perché la cornice in metallo parla da sé. Non è lì solo per sembrare una delle migliori tastiere da gaming, è parte integrante della strategia di gioco che andrai a sviluppare, grazie a un alloggiamento sul davanti dedicato a sostenere il tuo smartphone. Le tue guide, suggerimenti da Reddit, una serata in videochiamata cogli amici e compagni di squadra, oppure imparare come si usa la tua nuova arma tramite un tutorial su Youtube. Vai per prendere la tua bevanda per rinfrescarti durante l’allenamento e bam, la versi sui tasti. Ma la tastiera non reagisce. Non fa una piega, impermeabile com’è, i LED arcobaleno brillano ancora vividi, e puoi tranquillamente continuare. I tasti bassi e l’input a membrana, poi, fanno sì che tu possa premerli in metà tempo e senza alcun suono, sarai molto più reattivo che con la tua vecchia tastiera e non sveglierai nessuno. Niente male per un entry level!

2. Trust Gaming GXT 845 Tural (con mouse!)

Trust Gaming GXT 845 Tural
  • Retroilluminazione:
  • Tasti multimediali:
    Combinati
  • Poggiapolsi:
    No
  • Interfaccia:
    Cablata
  • Dimensioni:
    52,5 x 17,5 x 4,5 cm
  • Peso:
    980g
  • Economica
  • Mouse incluso
  • Design accattivante

Sì, beh, diciamo che anche aggiornare il mouse non sarebbe male. Con questa tastiera, è incluso un mouse dal taglio fantascientifico provvisto degli stessi LED che illuminano la tastiera. Plug-and-play, infili lo spinotto, premi il tasto gaming che disabilita ogni ritorno non intenzionale al desktop, e sei pronto. Hai davanti una tastiera piena, con tutti i tasti di quella vecchia, dal corpo in alluminio nero, e in più comandi dedicati per gestire i multimediali (personalmente adoro la possibilità di skippare la musica che lascio andare su Spotify se non si addice al momento, semplicemente premendo un tasto dedicato e non riaprendo l’app). Ho dovuto inserire la GXT 845 Tural tra le migliori tastiere da gaming, perché ti dà anche la possibilità di sconfiggere l’odiato ghosting, per cui ora puoi premere contemporaneamente più tasti o semplicemente lasciar correre le dita senza temere che l’input non venga registrato. Che i tuoi avversari si rendano conto della tua rapidità di azione e ci pensino due volte prima di ingaggiare contro di te.

3. KLIM Light V2

KLIM Light V2 Tastiera Wireless
  • Retroilluminazione:
  • Tasti multimediali:
    Combinati
  • Poggiapolsi:
    No
  • Interfaccia:
    Wireless
  • Dimensioni:
    43,6 x 13,9 x 2,7 cm
  • Peso:
    560g
  • Economica
  • Leggera
  • Wireless

Non so te, ma a volte videogiocare senza nemmeno uscire dal letto è la risposta più bella alle mattine piovose. La più conveniente, tra le migliori tastiere da gaming wireless, questa KLIM Light V2 si carica nel tempo che ci metti a dormire, e poi puoi tranquillamente usarla tutto il giorno da dove vuoi, il segnale prende fino a 10 metri. I tasti sono ribassati e gli attuatori sottostanti sono a membrana, quindi hai di fronte una tastiera silenziosa e rapida. Il giorno in cui l’ho provata mi sono detto che forse potevo anche lavorarci, ed effettivamente essendo una full size (ha tutti i tasti, insomma) non ho avuto alcun problema a passare la pausa caffè su Ark e poi tornare a scrivere. Videogiocarci la sera, poi, è stato facilissimo grazie alla retroilluminazione RGB regolabile. Sì, tenerla accesa consuma più rapidamente la batteria, ma se l’alternativa è giocare con la luce del comodino accesa che riflette sullo schermo, preferisco godermi i raid a luci ambientali spente.

4. AUKEY KM-G12

AUKEY KM-G12 Tastiera Gaming Meccanica
  • Retroilluminazione:
  • Tasti multimediali:
    Combinati
  • Poggiapolsi:
    No
  • Interfaccia:
    Cablata
  • Dimensioni:
    43,3 x 12,6 x 3,7 cm
  • Peso:
    1Kg
  • Illuminazione personalizzabile
  • Anti-ghosting
  • Struttura in acciaio

Ora, va da sé che la mia signora abbia fatto notare come sia bellissimo avere una tastiera wireless, felice per me, ma insomma, se io potessi evitare di usarla a letto, di notte, forse risparmieremmo un po’ sul caffè mattutino. Il suo. Va bene, mi sono detto, allora per accontentare la mia regina ho attaccato la principessa delle migliori tastiere da gaming, la AUKEY KM-G12. Sì siamo solo alla quarta posizione ma la lista potrebbe finire qui. Parliamo di una tastiera cablata, sì, quindi si torna a giocare seduti al PC, ma mi sono divertito per la prima ora a esasperare la mia signora con la variante degli attuatori blu, rumorosi e tattili, un clic ogni battuta. Visto che non sembrava apprezzare l’ironia, ed effettivamente potevo evitare, ho montato il modello cogli attuatori rossi, e il rumore è sparito senza dover passare per una membrana (meno male, perché le tastiere a membrana sono sì silenziose, ma durano anche meno), non sono nemmeno tattili, il tasto va giù senza intoppi, liscio come suonare una chitarra fretless, tanto ci pensa la struttura in acciaio solido a fermare la corsa del tasto. E il ghosting, ve lo ricordate? Io no. Sparito. Puoi premere tutti i tasti che vuoi, e verranno registrati tutti gli input. I colori dei LED sono finalmente personalizzabili, poi, quindi puoi sbizzarrirti a personalizzarla. Tastiere meccaniche, amiche del gamer.

5. Logitech G213 Prodigy

Logitech G213 Prodigy Tastiera Gaming
  • Retroilluminazione:
  • Tasti multimediali:
    Dedicati
  • Poggiapolsi:
  • Interfaccia:
    Cablata
  • Dimensioni:
    45,2 x 21,8 x 3,3 cm
  • Peso:
    1,1Kg
  • Membrana protettiva
  • Controlli multimediali dedicati
  • Switch Mech-Dome

Però, mi sono detto, una tastiera meccanica va bene, ma mi mancano alcune delle feature già viste nelle precedenti migliori tastiere da gaming. Era decisamente tempo di provare la G213 di Logitech. Innanzitutto, un parapolsi: finalmente entra in gioco anche l’ergonomia. Perché va bene passare la giornata al PC, ma non al prezzo del mio tunnel carpale. I tasti Mech-Dome poi sono ergonomici a loro volta. Questa tastiera sembra un upgrade della precedente, ci sono i tasti aggiuntivi per riprendere le redini della musica di sottofondo, perché dopo Doom non sono più stato capace di sparare un colpo senza sentire sotto Rip and Tear. Poi magari prima che i miei gusti musicali causino riunioni di condominio straordinarie, è il caso di usare un paio delle migliori cuffie da gaming, ma sto divagando. E distratto come sono, ho necessità anche di una tastiera resistente all’acqua, e questa è decisamente impermeabile.

Bene, la lista si può concludere qui, giusto?

Le migliori tastiere da gaming di fascia alta (fino a 230€)

6. Corsair K57 WIRELESS

Corsair K57 RGB Tastiera Gaming
  • Retroilluminazione:
  • Tasti multimediali:
    Dedicati
  • Poggiapolsi:
    Sì, rimovibile
  • Interfaccia:
    Wireless
  • Dimensioni:
    50 x 20 x 5 cm
  • Peso:
    1,1Kg
  • Slipstream Wireless
  • Tasti programmabili
  • Ottima autonomia della batteria

BAM, nope, non si conclude proprio nulla, anzi, ci siamo appena scaldati. La serie delle migliori tastiere da gaming prosegue, e torna alla ribalta il wireless. Sì ok dirai tu, ma questa costa il doppio e il wireless è lo stes-

No, no, non lo è, questo è Slipstream Wireless, una tecnologia proprietaria di Corsair, e non lo trovi altrove perché Corsair sa il fatto suo. Corsair, è mai possibile che ogni volta che si fa sul serio ti troviamo a mettere sul mercato prodotti di qualità? A quanto pare sì. Così come i LED RGB, certo che ci sono, per giocare serve stile come in Devil May Cry, e qui abbiamo dei LED Capellix (non ridete), dal nome ridicolo e dalle prestazioni valide una volta e mezzo quelle dei normali LED. Sì, ho riso anch’io, contento? Perché io sì. Con questa tastiera ergonomica (a scelta, perché il parapolsi è rimovibile) con una batteria che dura 35 ore per ricarica (sì, con tutti i LED accesi. Spenti, 175 ORE. Una ricarica al mese), con 6 tasti dedicabili a ciò che vuoi (l’ho fatto. Ho cambiato arma col mignolo sinistro. Fatemi causa), non avrai più bisogno di cambiare tastiera. E se proprio la vuoi cablata, fallo, la K57 grida libertà.

7. Razer Ornata V2 (Ibrido)

Razer Ornata V2 Tastiera Gaming
  • Retroilluminazione:
  • Tasti multimediali:
    Dedicati
  • Poggiapolsi:
    Sì, rimovibile
  • Interfaccia:
    Cablata
  • Dimensioni:
    49,5 x 20 x 7 cm
  • Peso:
    1,6Kg
  • Poggiapolsi imbottito
  • Illuminazione personalizzabile
  • Tasti completamente riprogrammabili

Mi chiedeva la mia signora, vedendomi tutto contento per una Corsair, cosa allora potesse darmi una Razer. Neanche voi spero penserete che Razer sia stata con le mani in mano, perché la sua Ornata V2 è la menzione d’onore del podio delle miglior tastiere da gaming. Parliamo sempre di una meccanica, stavolta cablata, ma subito noti il poggiapolsi imbottito. Ergonomia e comfort? Voilà. Tasti ribassati per un input rapido come un pensiero e attuatori ibridi, il meglio dei due mondi, silenziosi e responsivi, le tue dita sapranno sempre cosa succede sotto di loro, pure a RGB spenti. Ma perché spegnerli, poi, sono così altamente personalizzabili che oltre che per bellezza li terrai accesi per riconoscere a colpo d’occhio cosa è cosa. E cosa ogni tasto faccia, beh, quello è completamente riprogrammabile. Ok, riprogrammare ogni singola lettera perché ne scriva una diversa è uno scherzo interessante, ma ci sono modi più ludicamente utili di usare questa feature. E a proposito di feature e tasti, anche qui ci sono i comandi multimediali. Perché sì, se voglio provare Sniper Elite con l’eurobeat di sottofondo, lo voglio poter fare.

8. Razer Huntsman Mini

Razer Huntsman Mini
  • Retroilluminazione:
  • Tasti multimediali:
    No
  • Poggiapolsi:
    No
  • Interfaccia:
    Cablata
  • Dimensioni:
    29,3 x 10,3 x 3,7 cm
  • Peso:
    550g
  • Telaio in alluminio
  • Attuatori Razer Clicky Optical
  • Cavo rimovibile USB-C

La scimmia per Razer ha raggiunto il top. Il primo gradino del podio va alla Huntsman Mini. Non si discute, è una delle tre migliori tastiere da gaming perché innanzitutto è compatta, hanno tolto il 40% dei tasti perché non essenziali al gioco e santo cielo hanno ragione. Lavorerò su un’altra tastiera, non importa- Ah, ma pensa, è ottima pure per lavorare! Certo se ci scrivi e basta stai sprecando i rapidissimi attuatori A LUCE (c’è qualcosa di più veloce? No), ma tra il corpo in alluminio e i tasti in plastica pbt a doppia estrazione questa è fatta per durare. Ridotta all’indispensabile, e facilmente portatile! Non solo plug and play, no, il cavo si stacca anche dal lato tastiera e puoi così portarla tranquillamente nello zaino. E meno male, perché la tastiera del mio portatile non è proprio adatta al gaming. E di certo si sporca molto più facilmente della Huntsman Mini, che invece dispone di un trattamento anti olii e di particolari texture per un controllo infallibile e duraturo. Richiede insomma pochissima manutenzione, l’unica cosa è fare attenzione quando la si compra a scegliere bene tra gli attuatori rossi (più rapidi) e quelli viola (più precisi). Ma per il resto, parliamo praticamente di una semiautomatica.

9. Corsair K70 RGB MK.2

Corsair K70 RGB MK2
  • Retroilluminazione:
  • Tasti multimediali:
    Dedicati
  • Poggiapolsi:
    Sì, rimovibile
  • Interfaccia:
    Cablata
  • Dimensioni:
    43,8 x 16,6 x 3,9 cm
  • Peso:
    1,25Kg
  • Telaio in alluminio
  • Passthrough USB
  • Attuatori Cherry MX Brown RGB

Ah, OVVIAMENTE Corsair non poteva restare a guardare, e se Razer vuole la guerra, che guerra sia! Full size, pronta a tutto. 8 megabyte dedicati alla memorizzazione dei profili per le macro. Un RGB da paura, personalizzabile per ogni tasto e se in più ti scarichi il software iCUE le possibilità di personalizzazione dei colori si moltiplicano. Tasti multimediali? Certo che ci sono, dopo questa tastiera non si torna più al desktop senza un motivo valido. Ma il top della K70 RGB Mk.2 non è nemmeno il morbido poggiapolsi removibile, no, neanche il marchio di serietà di zigrinare la barra dello spazio per darti idea del limite di battitura senza abbassare lo sguardo. La grandezza è la scelta degli attuatori, Cherry MX Speed, ottimi perché rispetto alle altre tastiere meccaniche hanno una corsa che dura la metà e richiede meno pressione del dito, quindi sarai istantaneamente due volte più veloce a fare, beh, tutto! In sede di acquisto potrai anche optare per tasti più classici, ma perché rinunciare a tanta comodità? E comunque, a prescindere dalle tue scelte, avrai sotto le dita una tra le migliori tastiere da gaming, impermeabile a liquidi e polvere e questo lo so anche perché ci ho sprecato sopra un Nescafè parzialmente insoluto, come cascano le cose dalle mani a me, nessuno mai. Fortuna che non è finito nella porta USB a lato della tastiera sennò il mouse mi toccava attaccarlo dietro il PC.

10. SteelSeries Apex Pro

Steelseries Apex Pro - Miglior tastiera da gaming a tutto tondo
  • Retroilluminazione:
  • Tasti multimediali:
    Combinati
  • Poggiapolsi:
    Sì, rimovibile
  • Interfaccia:
    Cablata
  • Dimensioni:
    43,67 x 13,92 x 4,03 cm
  • Peso:
    973g
  • Wireless + Bluetooth
  • DTS Surround
  • Ottimo microfono

Feeermi tutti, perché SteelSeries entra a gamba tesa nella rosa delle migliori tastiere da gaming con la sua Apex Pro, perché l’apice non basta, si può fare un passo in più. Ed effettivamente se ci fosse una posizione sopra la medaglia d’oro in questa classifica, avrei messo questa tastiera pure più alta del top. Ha un magnetismo tutto suo, questa tastiera, letteralmente. No, non sa stravolgere la legge di gravitazione universale, ma gli attuatori dei tasti sono magnetici. Gli Omnipoint Switch sono personalizzabili tramite il software integrato nella tastiera stessa, e puoi scegliere la corsa dei tasti stessi per adattare la tastiera ai tuoi tempi di reazione! Ora invece di cercare la tastiera giusta, è lei che si adatta a te. Nemmeno i Cherry MX Speed riescono a stare al passo. E poi il poggiapolsi è removibile perché attaccato tramite magneti. Ma ok, basta magnetismi, parliamo del fatto che accanto allo smart display dove scegli la corsa degli attuatori c’è un rullo metallico zigrinato e cliccabile per i comandi multimediali, quindi pure sul versante audio sei coperto. E l’RGB è completamente personalizzabile tra 16 milioni di colori, sull’intera tastiera, che a proposito offre un rollover totale quindi ciao ciao ghosting. Questi tasti fanno quello che vuoi tu, come lo vuoi tu, e sinceramente che puoi chiedere di meglio? Al momento dell’acquisto, puoi anche optare per la versione compatta senza tastierino numerico!

Come scegliere la miglior tastiera da gaming per te

Un mare di cose da tenere in conto, eh? In realtà meno di quante sembri. Giusto la scelta degli attuatori va ponderata a fondo. Ma andiamo con ordine.

Ingombro

Cominciamo col dire che in genere su un tavolo si trova spazio per una tastiera “full size”, la classica tastiera che vedi spesso in giro e che immagino tu abbia sempre usato. Esistono però modelli più contenuti, apposta perché per gaming tende a non esserci bisogno di così tanti tasti. I modelli come la Huntsman Mini di Razer o la SteelSeries Apex Pro, sono o possono essere predisposti per occupare meno spazio, rinunciando a intere sezioni, come ad esempio il solo tastierino numerico (modelli 80%) o anche i tasti funzione e le frecce (modelli 60% come la succitata Huntsman Mini), ingombrando dunque meno, sia sul tavolo che alla vista. Più dirette, dunque, ma meno flessibili. Una 60% non sarà utile quanto una full size, se si vuole anche lavorarvi di contabilità.
Un altro fattore d’ingombro, stavolta sulla profondità, è la presenza del poggiapolsi e/o sua removibilità. Diciamo che orientativamente un poggiapolsi aumenta l’ingombro in profondità del 50%. Quindi occhio innanzitutto al tavolo!

Cablaggio

Wireless è la parola magica per saltare completamente questa preoccupazione.
Ma se sei un tipo da cavi, allora tieni conto che la tastiera sarà meno mobile, ma senza problemi di interruzione o rapidità del segnale.
Altro elemento da tenere in conto è se sia presente una porta USB laterale alla tastiera, per avere ad esempio una tastiera wireless e un mouse cablato. Libertà selettive e fondamentali per il proprio stile di gioco.

Tasti

Oh, questo è l’argomento PRINCIPE delle tastiere.
Abbiamo detto di quanti e quali tasti possano esserci sulla vostra nuova tastiera da gaming, ma la scelta degli attuatori è FONDAMENTALE per dare buone prove.
Bisogna scegliere in genere tra lineari “rossi” (la corsa del tasto non troverà intoppi né darà quindi feedback tattili mantenendo però più silenzio), tattili “marroni” (un piccolo bump a metà corsa, feedback presente ma leggermente meno rapidità di pressione), clicky “blu” (bump a metà corsa e click aggiuntivo per un doppio feedback sia tattile che sonoro, sono i più rumorosi).
Vi sono poi ibridi e speciali, come ad esempio i tasti a membrana, più silenziosi, economici, ma meno durevoli, o gli attuatori a punto magnetico o a infrarosso, che dispongono di meno parti mobili e sono dunque più durevoli e molto più reattivi dei classici attuatori meccanici.
Altro punto fondamentale è quello del ghosting, ossia la percezione da parte della tastiera del tuo aver premuto più tasti contemporaneamente o diversi ma troppo rapidamente rispetto alle capacità della tastiera. Oggigiorno esistono molte tastiere capaci di evitare questo problema anche sull’interezza dell’area di battuta (quello che viene detto “rollover completo”), ma per tenere bassi i costi di alcune tastiere si opta comunque per lasciare questa capacità ai soli tasti più utilizzati, che nel gaming è decisamente una scelta sensata visto il limitato utilizzo dell’intera tastiera.
In ultimo, la presenza o meno dei controlli multimediali permette di essere molto più rapidi nella gestione del background sonoro preferito.

Illuminazione

Ok, qui si tratta principalmente di estetica, e alcune case produttrici forniscono anche software aggiuntivi per moltiplicare le possibilità di personalizzazione dei colori sulla tastiera. Rimane comunque vero che avere un feedback a colpo d’occhio di dove siano le parti importanti è fondamentale, e sulle migliori tastiere da gaming viene infatti data la possibilità di cambiare colore anche ai singoli tasti, e questo ti può decisamente aiutare a trovare ciò che cerchi al volo.

Che ne pensi di questa Top 10 delle migliori tastiere da gaming? Qual è la tua preferita? Commenta qui sotto e condividi questo articolo con i tuoi amici! Non dimenticarti di iscriverti alla newsletter di Stolas Informatica e di seguirci su Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Available for Amazon Prime
Send this to a friend