fbpx

Il tuo sito web ci mette una vita a caricare? Ogni volta che provi ad aprire una nuova pagina devi aspettare parecchio prima di vederla tutta? Hai notato che gli utenti scappano entro pochi secondi? Se il sito web della tua attività è lento, devi risolvere il problema il prima possibile. Questo perché la velocità di caricamento influenza il posizionamento SEO del sito nei motori di ricerca come Google, senza neanche contare quanto può risultare frustrante per i tuoi potenziali clienti.

Gli utenti che navigano su Internet si aspettano di trovare rapidamente la risposta ai loro problemi. Per questo, se il tuo sito web dovessere essere troppo lento a caricare, il risultato è che gli utenti torneranno subito alla loro ricerca, optando per un altro risultato. Ogni secondo di caricamento in più corrisponde a una percentuale a due cifre di perdita di traffico. Quindi, non basta rendersi conto di avere un sito web lento, devi capire cosa lo sta rallentando, come risolvere e quindi agire.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

sito-web-lento-migliorare-velocita-copertina

Cosa potrebbe rallentare il tuo sito web?

Ci sono diversi motivi per cui il tuo sito web potrebbe essere lento. Questi variano da immagini troppo grandi, alla quantità di contenuti dinamici, passando per troppe richieste HTTP o script di Javascript troppo pesanti o problematici.

Un altro motivo che può influire negativamente sulla velocità di caricamento del tuo sito web è il mancato utilizzo di una CDN. Le Content Delivery Network consistono in una rete di server posizionati strategicamente in tutto il mondo. Usandone una, verranno archiviate copie del tuo sito su questi server, così che utenti che si collegano da posizioni più lontane rispetto al tuo server originale potranno usufruire di una miglior velocità di caricamento. Se non sai da dove cominciare, ti consiglio di dare un’occhiata a CloudFlare, che offre un ottimo piano starter gratuito!

Se il tuo sito web è realizzato con WordPress invece, potrebbe essere lento perché hai troppi plugin che lo appesantiscono. Ogni plugin che installi su WordPress è composto da file e voci sul database che poi devono essere caricati o su tutto il sito web, o solo sulle pagine interessate. A ogni modo, queste risorse aggiuntive chiaramente aggiungono al tempo di caricamento. Per questo, dovresti assicurarti di star utilizzando solo i plugin WordPress di cui hai bisogno sul tuo sito web, rimuovendo tutti gli altri.

Perché la velocità di un sito web è importante?

Google ha dichiarato in più occasioni che la velocità di caricamento di un sito web, e quindi delle sue pagine, è uno dei fattori tenuti in considerazione dall’algoritmo che regola l’indicizzazione e quindi il posizionamento nei risultati di ricerca.

Quindi avere un sito web lento non è “solo” un problema di User Experience, ma di SEO, visto che influisce direttamente sul posizionamento nei risultati di ricerca di Google.

A questo punto ti sarà chiaro che avere un tempo di caricamento delle pagine web troppo lungo impatta la tua visibilità online. Adesso, prima di passare a vedere le possibili soluzioni per migliorare la velocità del tuo sito web, riassumiamo quanto detto:

  • Tempi di caricamento più lunghi hanno un impatto negativo sulla user experience del tuo sito web. Numerosi studi hanno dimostrato che le pagine che richiedono più tempo per caricare completamente tendono ad avere una durata media della visita più breve, una bounce rate (quando l’utente esce subito) più alta e una percentuale di conversione significativamente minore.
  • Un sito web lento influisce anche sulla sua indicizzazione. Questo perché i motori di ricerca non potranno controllare tante pagine in una sola sessione, visto che i crawler dispongono di un crawl budget limitato.

Come migliorare la velocità di caricamento del tuo sito web lento

Ora che hai capito meglio cosa implica la velocità di caricamento, in positivo e in negativo, vediamo alcuni diversi approcci che puoi provare per migliorare questo aspetto del tuo sito web.

1. Ottimizza le immagini

La prima cosa che devi fare per migliorare la velocità del tuo sito web è ottimizzarne le immagini. Assicurati che le dimensioni delle immagini non siano più grandi di quanto non serva. Controlla anche che il formato sia adatto allo scopo. In linea generale, le fotografie tendono ad avere dimensioni minori usando il formato JPG, mentre i file PNG offrono una compressione migliore per le grafiche entro i 16 colori.

Esempio: Se in una pagina hai 3 colonne con una foto, ogni foto non potrà essere più grande del 33% della risoluzione dello schermo. Considerando la risoluzione Full HD standard da 1920×1080 pixel, caricarci foto più larghe di 640 pixel sarebbe uno spreco di spazio. Considerando che la larghezza dello schermo dell’iPhone 12 Pro è di 390 pixel, quelle dimensioni funzioneranno bene anche da mobile.

In molti casi inoltre, è possibile riprodurre grafiche tramite CSS. Ovviamente questo non è possibile per le fotografie, ma se usi delle immagini come pulsanti, sappi che potrebbe essere meglio rendere queste grafiche “programmatiche”, in modo tale che il tuo sito web non dovrà caricare alcun file aggiuntivo e sarà quindi più veloce.

Se il tuo sito web è costruito con WordPress, ti consiglio di usare un plugin per la compressione e l’ottimizzazione delle immagini, come Smush Pro o Imagify. Oltre a ottimizzare le dimensioni di tutte le immagini presenti sul sito, questi plugin potranno anche convertirle in WebP, uno dei migliori formati media per Internet.

2. Sfrutta la cache del browser

I browser salvano tantissime informazioni. Da file Javascript a immagini e fogli di stile (CSS). La cache è una tecnologia creata appositamente per far sì che il tuo browser non debba riscaricare tutti i file ogni volta che torni sullo stesso sito web.

Se non stai sfruttando al massimo la cache dei browser per archiviare tutti i componenti statici del suo sito web, ti stai perdendo un ottimo modo per migliorare la velocità del tuo sito web.

Non sai se stai già sfruttando la cache del browser? Usa GTmetrix per controllare le prestazioni del tuo sito, se la cache non è già in uso, troverai una voce a riguardo nei risultati dell’analisi. Quindi, potrai impostare una scadenza anche entro un anno per i file statici, a meno che il tuo sito web non cambi design più frequentemente.

Il tuo sito web è costruito in WordPress? Allora installa un plugin per la gestione della cache e l’ottimizzazione delle performance come WP Rocket, Litespeed o WP Super Cache.

3. Scegli attentamente il tuo hosting web

Un altro aspetto importante da tenere in considerazione è il tuo provider di hosting. Banalmente, un hosting più veloce, con server più vicini alla tua audience, ti permetterà di avere un sito web più veloce.

Ci sono alcuni fattori che dovresti controllare quando scegli l’hosting del tuo sito web, ovvero:

  • Risorse disponibili: Più potenza d’elaborazione e maggiore memoria disponibile implicano che il tuo server sarà più veloce a soddisfare le richieste in arrivo.
  • Posizione dei server: Se il Data Center in cui si trovano i server del tuo provider è più vicino al paese di origine della tua audience ideale, il caricamento dovrebber avvenire più rapidamente. Certo, puoi mitigare questo fattore usando una CDN, ma per esempio, scegliere un server in Germania per il tuo sito rivolto a un pubblico italiano ti offrirà una velocità migliore rispetto a prenderne uno negli Stati Uniti (a parità di risorse).
  • Hard drive/tipologia di spazio web: Ormai, la maggior parte dei provider di hosting (tranne Aruba, che non è affatto chiaro a riguardo) offre spazio web su SSD, hard disk molto più performanti degli HDD tradizionali. Quindi, assicurati che gli hard drive utilizzati dal tuo provider siano SSD e avrai una marcia in più in partenza!

Se non sai da dove cominciare o se hai paura di sbagliare, non preoccuparti. La nostra web agency di Roma, potrà aiutarti a identificare il miglior piano di hosting per il tuo sito web, a seconda del target e del genere di progetto che devi realizzare.

4. Riduci i redirect

Quando una pagina reindirizza a un’altra pagina, i tuoi utenti dovranno attendere che il ciclo richiesta-risposta di HTTP venga finalizzato. Insomma, dovranno aspettare più a lungo perché il tuo sito web venga caricato.

Per capire meglio questo concetto, diamo un’occhiata a un pattern di redirect. Diciamo che il tuo sito web, da mobile, abbia il seguente processo di redirect:

sitoweb.com > www.sitoweb.com > m.sitoweb.com > m.sitoweb.com/home

È chiaro che per arrivare a quella pagina finale sarà necessario più tempo, visto che in mezzo ci sono due redirect che in realtà potrebbero essere evitati. Per questo, dovresti evitare quanto più possibile i cicli di redirect.

5. Attiva la compressione

L’ultimo consiglio per accelerare il tuo sito web lento è abilitando la compressione.

Per sfruttare la compressione dei contenuti del tuo sito web, avrai bisogno di un applicativo di compressione, come GZip. Fortunatamente per te, la maggior parte dei provider di hosting più seri (come ChemiCloud), includono già questa tecnologia, quindi al massimo dovrai attivarla. 

Una volta attivato GZip, i tuoi file JavaScript, HTML e CSS verranno compressi, così da non pesare più di 150 byte.

Come potresti aver notato, tra i formati dei file compressi non ho accennato alle immagini. Per quelle infatti, dovrai comunque usare un programma di editing per le immagini, come Photoshop, oppure sfruttare al massimo i plugin per l’ottimizzazione delle immagini citati al primo punto!

Migliora velocità e SEO tecnica del tuo sito web con un partner strategico!

Arrivati a questo punto, avrai capito quanto è importante che il tuo sito web non sia lento. Ne va della SEO complessiva del sito e quindi della tua visibilità online e del posizionamento sui motori di ricerca. Allo stesso modo, sarà chiaro che le variabili in gioco a cui dovresti stare attento sono tante.

Per questo, nell’ottica di migliorare la velocità del tuo sito web in relazione alla strategia SEO, piuttosto che ricorrere al fai da te, è sempre bene appoggiarsi a degli esperti del web, come la nostra Web Agency.

Se non vuoi perdere clienti e conversioni con un sito web lento, contattaci per una consulenza gratuita senza impegno: faremo un’analisi della situazione attuale e ti indicheremo dove rivolgere gli sforzi o, se lo desideri, provvederemo noi stessi a implementare tutte le modifiche necessarie!

Hai capito perché la velocità di un sito web è importante e come puoi migliorarla se è lento? C’è altro che consiglieresti? Commenta qui sotto e condividi questo articolo con i tuoi amici! Non dimenticarti di iscriverti alla newsletter di Stolas Informatica e di seguirci su FacebookInstagram e Telegram per rimanere sempre aggiornato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Send this to a friend