Truffe COVID-19 – Ecco come difendersi

Con il procedere della pandemia di coronavirus, sono sempre di più i tentativi di truffe COVID-19. Scopri come indentificarle e come rimanere protetto.

Truffe COVID-19 – Ecco come difendersi

La pandemia di COVID-19 (o coronavirus) è ancora in corso e, dopo oltre un mese, siamo tutti più provati e soprattutto vulnerabili. Purtroppo, come succede per qualsiasi evento rilevante (mondiale o nazionale), i criminali informatici stanno cogliendo al volo l’occasione, lanciando svariati tentativi di truffe informatiche (e non solo). Ecco quindi alcuni dei segnali a cui fare attenzione per individuare una truffa COVID-19 e alcuni consigli per difendersi.

Truffe COVID-19 – Impara a riconoscerle

Le truffe Covid-19 sono pericolose per svariati motivi. Innanzitutto, sfruttano un argomento noto e preoccupante, facendo leva sulla paura degli utenti. In secondo luogo, queste truffe sono ovunque e sono così tante che sembrano essere infinite. Solo questa settimana Google ha rilevato oltre 18 milioni di email contenti malware o tentativi di phishing collegati a truffe COVID-19, senza neanche contare i 240 milioni di messaggi spam sul coronavirus.

“Fortunatemente”, nonostante la pericolosità delle truffe COVID-19, la maggior parte di queste sono semplici tentativi di phishing, ovvero una delle minacce più diffuse online. Per quanto allarmante, questo significa che le truffe COVID-19 non sono molto diverse da altri tentativi già visti e analizzati su questo sito (come quelli a nome Poste Italiane e Intesa SP), a cui ormai dovremmo essere abituati. Insomma, nella maggior parte dei casi si trattano di tentativi di phishing ormai noti, adattati alla pandemia di questo periodo, con oggetti e testi delle comunicazioni relativi al coronavirus.

Alcuni esempi comuni di truffe COVID-19

  • Comunicazioni da parte di enti istituzionali o organizzazioni riconosciute, come l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità);
  • Messaggi che dichiarano di avere informazioni o aggiornamenti sulle iniziative governative;
  • Mittenti che si fingono enti di beneficenza per provare a ricevere donazioni (ovviamente finte);
  • “Aggiornamenti” da parte di enti pubblici con aggiornamenti sulle normative relative al COVID-19

Come evitare le truffe COVID-19

In un momento in cui le proprie finanze sono più importanti che mai, devi stare attentissimo a non cascare in uno di questi tentativi di phishing. Ecco quindi alcune precauzioni per proteggerti dalle truffe COVID-19.

Sii scettico. Se non ti torna qualcosa, probabilmente hai ragione. Se dovessi ricevere un’email che non ti aspetti da qualcuno che conosci, ad esempio, contatta quella persona tramite un altro canale per assicurarti che il messaggio sia originale. Senza rispondere alla mail, prova anche a cliccare sul tasto “Rispondi” e controlla l’indirizzo email del destinatario, dovrebbe essere lo stesso da cui hai ricevuto l’email, ma alcuni criminali informatici possono mascherare gli indirizzi originali.

Come per i tentativi di phishing normali, stai attento alla grammatica e l’ortografia del messaggio. È difficile che comunicazioni da canali ufficiali di istituzioni e organizzazioni riconosciute a livello mondiali siano sgrammaticate, quindi assicurati che il messaggio non abbia errori (o per lo meno non troppi) e che le parole siano scritte correttamente.

Infine, la cosa più importante a cui dovresti stare attento sono i link presenti in email e SMS. I link malevoli non sono sempre ovvi, spesso i tentativi di phishing fanno riferimento a domini con nomi molto simili (almeno graficamente) a quelli originali, come “posteitaIiane.com”. Se non te ne fossi accorto, “italiane” è scritto con una “i” maiuscola al posto della “l”. Presta particolare attenzione alle lettere che tendono a essere molto simili visualizzate al computer, come “r” e “n”, “i” maiuscola e “l”, “n” e “h” e così via.

Se il messaggio ti sembra sospetto, non cliccare sul link prima di averlo controllato e di esserti assicurato della buona fede del mittente.

Un aiuto contro i tentativi di phishing

Il phishing è una delle minacce informatiche più pericolose perché fa leva direttamente su di noi e non su debolezze o falle del nostro computer. Detto questo, usare una suite antivirus con componenti di sicurezza internet mirati proprio al rilevamento dei tentativi di phishing, come Norton 360 (leggi la recensione completa), potrà aiutarti a proteggerti, notificandoti subito se un sito (o link) dovesse essere sospetto.

Anche una VPN può aiutarti a difenderti dal phishing online. NordVPN e Surfshark (leggi il confronto) per esempio dispongono di alcuni strumenti di sicurezza internet (CyberSec e CleanWeb), che riescono a bloccare malware online, tentativi di phishing e persino la pubblicità.

Ricordati però, che a prescindere da quali strumenti decidi di implementare per difenderti dalle truffe COVID-19, la protezione migliore rimane sempre e comunque la tua accortezza.


Se ti è piaciuto questo articolo per difendersi dalle truffe COVID-19 (o se hai consigli per migliorarlo), scrivimi o commenta qui sotto e condividilo con i tuoi amici! Seguimi anche su Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato sulle novità di Stolas Informatica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indice

Il tuo indirizzo IP è:

44.222.218.145

La tua posizione è:

Ashburn,

USA

Il tuo indirizzo IP e la tua posizione sono visibili a chiunque.

Torna in alto

Offerta a tempo limitato:

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Risparmia l'82%

su VPN + Antivirus!

Garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni

Offerta a tempo limitato:

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Risparmia l'82%

su VPN + Antivirus!

Garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni

Indice

Il tuo indirizzo IP è:

44.222.218.145

La tua posizione è:

Ashburn,

USA

Il tuo indirizzo IP e la tua posizione sono visibili a chiunque.