Hai paura che il tuo account Netflix possa essere bloccato usando una rete privata virtuale? Hai sentito che la piattaforma streaming non consente l’utilizzo di questa tecnologia? Vuoi accedere al catalogo USA o UK di Netflix e non sai se sia legale o meno? Se già usi una VPN per collegarti a Netflix, potrà esserti capitato di incappare in un messaggio di errore al caricamento di una puntata o di un film. Per questo, è più che lecito chiedersi se ci sia il rischio di perdere il proprio account utilizzando le Virtual Private Network. Quindi, proviamo a capire se Netflix vieta le VPN, se l’uso sia legale o meno e molto altro…

Netflix ha rivoluzionato l’intrattenimento domestico. Sia il modo in cui accediamo a film e telefilm, sia il modo di consumare questi contenuti. Tuttavia, la piattaforma offre cataloghi nazionali molto diversificati. A seconda del paese in cui ti trovi infatti avrai a disposizione non solo titoli diversi, ma anche a più o meno ore di intrattenimento. Molti utenti aggirano questo limite usando una VPN, per ottenere IP di altri paesi e quindi accedere a cataloghi internazionali più capaci. Ma quali sono le possibili conseguenze? È legale? Netflix può bloccare il tuo account se usi una VPN? Continua a leggere per scoprire tutte le risposte…

Altri articoli che potrebbero interessarti:

netflix-blocca-vpn-copertina

Netflix blocca gli account che usano una VPN?

Spesso quando si parla del blocco delle VPN di Netflix, si usa erroneamente il termine Ban, che può confondere per diversi motivi. Solitamente ban si riferisce a piattaforme e servizi che bloccano un account nel caso rilevassero delle scorrettezze da parte del proprietario. Alcuni esempi che portano a ban veri e propri sono l’emulazione di una posizione su Pokémon Go, l’upload di immagini discutibili su Instagram o la pubblicazione di post e stati di odio su Facebook e Twitter.

In realtà, Netflix non blocca affatto gli account che usano VPN. Quello che può succedere, è che la piattaforma di streaming bloccherà l’indirizzo IP della VPN, nel caso dovesse riconoscere che stai provando ad accedere a titoli non disponibili nel catalogo del tuo paese. In pratica quindi, Netflix non starebbe imponendo un ban al tuo account, ma a quell’indirizzo IP, associato a un server di un provider VPN. A te basterebbe scollegarti dalla VPN (o cambiare server, o ricollegarti e ottenere un altro IP) per accedere a Netflix senza alcun problema.

Nel corso degli anni si è acceso più volte il dibattito sulla possibilità di bloccare gli account che usano VPN su Netflix, ma finora non è mai andato oltre. Insomma, non devi preoccuparti, Netflix non chiuderà il tuo account se riconosce che stai usando una VPN. Al massimo non ti farà accedere ad alcuni contenuti, fintantoché rimani collegato con quell’IP.

Perché Netflix blocca le VPN?

Ora che è chiaro per tutti che Netflix non blocca gli account, passiamo a un’altra domanda. Perché allora la piattaforma non consente l’utilizzo delle VPN? Ecco quindi che entrano in scena gli accordi per i diritti di trasmissione. Infatti, a parte le produzioni Netflix, la maggiorparte dei titoli disponibili in streaming vengono ottenuti perché il servizio acquista (o noleggia) i diritti di trasmissione in determinati paesi.

Per poter “trasmettere” delle opere protette da copyright, Netflix deve pagare i diritti di trasmissione. Ogni paese li gestisce diversamente, quindi l’azienda deve ottenerli individualmente in ciascuna nazione. Nel caso Netflix non reputasse che un titolo in particolare possa essere d’interesse per il suo pubblico in un paese specifico, semplicemente non acquisterà i diritti di trasmissione dell’opera in quella nazione. Il risultato è che quel film o telefilm non sarà disponibile su Netflix per gli utenti che si collegano con IP di quel paese. Per questo, ha senso che Netflix non voglia consentire a utenti di tutto il mondo di accedere al catalogo di un paese in particolare. Perché non ha acquistato i diritti di trasmissione per far vedere quel titolo nel vero paese in cui si trova l’utente.

Non solo però. Gli accordi sui diritti di trasmissione prevedono anche che Netflix si impegni legalmente a proteggere i diritti d’autore e le relative proprietà intellettuali. Il blocco delle VPN da parte di Netflix quindi è una misura cautelare, per assicurarsi che i diritti di trasmissione non vengano violati.

Il rischio è che, nel caso Netflix non riuscisse a far rispettare questi accordi, i diritti di trasmissione vengano revocati. In un momento storico in cui sempre più canali e produzioni stanno lanciando le proprie piattaforme streaming, questo è un vero e proprio problema.

netflix-tv-telecomando

È legale usare una VPN con Netflix?

Rispondere a questa domanda è più complicato. Nei Termini e condizioni di Netflix, la piattaforma dichiara esplicitamente che non vuole che gli utenti modifichino la propria posizione geografica, anche se il termine VPN in sé non è utilizzato.

“Puoi accedere a un film o un telefilm tramite il servizio Netflix disponibile nel paese in cui hai registrato il tuo account e solo da posizioni geografiche in cui offriamo il nostro servizio avendo i diritti di trasmissione di quell’opera. Il contenuto disponibile può variare a seconda della posizione geografica. Netflix implementa della tecnologia per verificare la tua posizione geografica reale.”

Come hai potuto leggere, Netflix non usa la parola VPN. Tuttavia, è abbastanza chiaro che la tua posizione fisica vera e propria può essere verificata. È importante notare anche che non è dichiarato in alcuna parte che l’utilizzo di VPN sia illegale, così come l’uso di altre tecnologie per nascondere e modificare la tua posizione geografica. Detto questo, nel corso degli anni Netflix ha aumentato significativamente i suoi sforzi per riconoscere e bloccare gli utenti collegati tramite VPN.

Un altro aspetto cruciale da tenere in considerazione è la legalità delle VPN nel paese di residenza. Per Netflix l’uso di una VPN non è illegale, ma in diverse nazioni usare questa tecnologia è considerato un crimine. Se vuoi saperne di più, leggi il mio approfondimento sulla legalità delle VPN nel mondo.

Come si può aggirare il ban delle VPN di Netflix?

Non c’è un modo unico e sicuro per evitare che la tua VPN venga bloccata da Netflix. Una volta che la piattaforma ha identificato un indirizzo IP associandolo a una VPN, quell’IP diventa praticamente inutile. Questo però non significa che non sia possibile accedere al servizio streaming con una VPN, aggirando blocchi geografici. Il modo migliore continua a essere quello di utilizzare le migliori VPN del 2021, come ExpressVPN, NordVPN, Surfshark e PureVPN.

Queste VPN infatti hanno infrastrutture globali vastissime, con milioni di indirizzi IP disponibili. Inoltre, essendo in costante crescita, continuano ad aggiungere server e a migliorare i protocolli di connessione. Per questo, rilevare che una determinata connessione stia avvenendo tramite VPN diventa sempre più difficile. Non solo però. Proprio per la quantità di IP messi a disposizione, se anche dovessi incappare nell’errore di riproduzione proposto da Netflix, ti basterà scollegarti e ricollegarti alla VPN. Così cambierai IP, diminuendo drasticamente le possibilità che Netflix riconosca la tua connessione come originata da una VPN.

Fonte: PureVPN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Send this to a friend