Devi comprare un computer nuovo e non sai se optare per un disco rigido meccanico o un’unità a stato solido? Vuoi sostituire il tuo vecchio hard disk e sei indeciso se comprarne un altro o passare a un SSD? O magari stai solo cercando di capire cosa cambia tra un HDD e un SSD per farti un’idea? In questo articolo ti spiegherò cosa sono e come funzionano HDD e SSD, quali sono le differenze in termini di prestazioni, longevità e prezzo e infine quale tipologia scegliere a seconda delle tue esigenze.

Nel corso degli anni, la tecnologia dei dischi rigidi nei nostri computer si è evoluta esponenzialmente. Sembra quasi ieri quando un hard disk medio del computer aveva una capacità di 20 GB, mentre oggi questa capienza è ritenuta ridicola anche per un telefonino. Anche le prestazioni sono cresciute a dismisura, con velocità di lettura e scrittura più efficienti che mai. Quindi, nel 2021, cosa è meglio usare come memoria principale, un HDD meccanico classico o un SSD di ultima generazione? Come stai per vedere, ci sono alcuni fattori che li distinguono, che è importante avere a mente prima di acquistare la tua nuova memoria digitale. 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

SSD-vs-HDD-differenze-copertina

Cosa è un HDD?

Prima di tutto, cosa è esattamente un HDD, disco rigido o hard disk, che dir si voglia? Un HDD è un supporto di memoria, ovvero un dispositivo di memorizzazione su cui si registrano dati. Gli hard disk meccanici funzionano con dei dischi interni (o piatti) in rapida rotazione, in cui i dati vengono memorizzati tramite magnetizzazione.

SSD-HDD-confronto-caratteristiche

Gli HDD hanno diverse testine induttive, che leggono e scrivono dati sul disco in rotazione magnetizzandolo. Pensa a un grammofono, su cui il disco però gira a 7.200 rpm (rotations per minute). Muovendosi a pochi nanometri dalla superficie dell’hard disk, le testine accedono a dati diversi memorizzati in precedenza, oppure li scrivono.

In generale, gli hard disk tradizionali, sono considerati un sistema legacy, ovvero obsoleto, che però continua a essere usato perché l’utente non vuole o non può rimpiazzarlo. Detto questo, avendo un costo ridotto rispetto ai nuovi SSD, gli HDD possono essere l’ideale per salvare grandi quantità di foto, video e altri file. Gli hard disk meccanici sono disponibili in due formati: 2,5″ (solitamente usati per computer portatili) e 3,5″ (più comuni sui PC fissi).

Cosa è un SSD?

Gli SSD, ovvero unità a stato solido (Solid State Drive), si chiamano così proprio perché non hanno parti mobili. Negli SSD, tutti i dati vengono memorizzati su circuiti integrati. Questa differenza cruciale rispetto agli HDD tradizionale offre diversi vantaggi, soprattutto in termini di dimensioni e prestazioni.

HDD-SSD-confronto-caratteristiche
SSD SATA III

Non avendo dischi in rapida rotazione, la dimensione degli SSD è notevolmente ridotta, arrivando a essere grandi anche quanto un francobollo. Vista la varietà di capienza, sono l’ideale per dispositivi più piccoli, come smartphone, notebook slim, ultrabook e simili. All’avvio del dispositivo, non dovendo aspettare che i dischi inizino la rotazione, anche il tempo necessario per accedere all’SSD è molto minore. Infine, proprio l’assenza di parti mobili rende gli SSD più efficienti da un punto di vista energetico, apportando un carico minore sull’alimentazione del tuo computer o sulla batteria del tuo PC notebook portatile.

Gli SSD sono più costosi degli HDD a parità di capacità di archiviazione, ma negli ultimi anni questo divario si è ridotto, rendendoli molto più accessibili. Per fare un esempio, nel 2015 un Crucial M550 da 500 GB con velocità di scrittura a 500 MB/s costava € 200,00 mentre oggi, il Samsung 860 EVO da 500 GB con 520 MB/s in scrittura ha un costo medio di € 65,00. Quindi, negli ultimi 5 anni, il prezzo degli SSD non solo è calato di due terzi, ma le prestazioni sono anche migliorate.

samsung-evo-970-plus-ssd-m2-cropped
SSD M.2

I formati principali di SSD sono il SATA III (da 2,5″ come gli HDD per notebook) e l’M.2, più piccoli e versatili in quanto supportano tre tipi di interfaccia: PCI express 3.0, SATA 3.0 e USB 3.0.

HDD vs SSD – Velocità e prestazioni

La vera rivoluzione dell’SSD rispetto all’HDD meccanico è la velocità di lettura e scrittura dei dati. Utilizzando circuiti elettrici invece di parti mobili, le unità a stato solido sono sostanzialmente più veloci. Queste migliori prestazioni si traducono in un tempo di attesa minimo all’avvio e molti meno ritardi quando apri app o esegui operazioni sul tuo computer.

Un SSD standard, può arrivare facilmente a essere 10x più veloce in lettura e persino 20x in scrittura rispetto a un hard disk meccanico. Mettiamo rapidamente a confronto velocità medie e prezzi di 3 supporti di memoria: un SSD M.2 (EVO Plus 970), un SSD SATA (EVO 860) e un HDD (Seagate BarraCuda).

Samsung EVO Plus 970 (M.2)Samsung EVO 860 (SATA)Seagate BarraCuda
Lettura2400 MB/s540 MB/s170 MB/s
Scrittura2200 MB/s520 MB/s150 MB/s
Prezzo (1 TB)€ 184,89€ 115,00€ 45,00

Per interpretare correttamente questa tabella, è utile anche sapere che il Seagate Barracuda è 13esimo (su 1015) per prestazioni tra gli hard disk meccanici in commercio, mentre il Samsung EVO 860 è al 179esimo posto degli SSD (su 1040) e il Samsung EVO 970 Plus è il 14esimo della stessa categoria. Insomma, l’abisso tra SSD M.2 e SSD SATA e tra SSD e HDD si vede a colpo d’occhio.

La velocità di lettura e scrittura degli SSD dipende chiaramente anche dal loro formato. Le unità a stato solido M.2 sono sostanzialmente più veloci proprio grazie alla loro interfaccia PCI express (PCIe), non dovendo sottostare alla banda di trasferimento da 6 Gb/s offerta dall’interfaccia SATA, che infatti viene sfruttata quasi al massimo dagli SSD di questa tipologia (1 Gb = 128 MB).

HDD vs SSD – Resistenza e longevità

Insomma, non ci sono dubbi che gli SSD siano incredibilmente più performanti degli HDD meccanici. Ma quanto durano? Le unità a stato solido sono più o meno robuste degli hard disk tradizionali? Continuiamo questo confronto tra SSD e HDD dando un’occhiata alla resistenza e longevità offerte da queste tecnologie così diverse.

Per quanto riguarda la resistenza e la “fragilità”, gli SSD vincono facilmente. Essendo composti da parti mobili infatti, gli hard disk tradizionali possono danneggiarsi subendo spostamenti repentini o vibrazioni, ma anche con variazione termiche. La testina dell’HDD può rompersi, o magari danneggiare il disco mentre sta girando. Gli SSD invece sono composti da circuiti, senza alcuna parte mobile. Questo è un fattore vitale, che rende le unità a stato solido molto più resistenti e affidabili. In poche parole, nel caso ti dovesse cadere il computer, un HDD potrebbe rompersi facilmente, soprattutto se in uso, mentre l’SSD è molto più resistente agli urti.

La situazione cambia leggermente dal punto di vista longevità. È vero infatti che gli SSD con il tempo si consumano, visto che le celle di memoria possono essere cancellate e riscritte un certo numero di volte, misurate dai produtti in “Terabytes Written” o TBW. Detto questo, grazie ad alcune accortezze, come il comando TRIM, che ottimizza dinamicamente i cicli di lettura/scrittura, è molto più probabile che tu debba cambiare computer ben prima che l’SSD cominci a dare cenni di cedimento.

HDD vs SSD – Prezzi

Passiamo a una sezione essenziale per il confronto tra SSD e HDD: i prezzi.

Come avrai capito, le migliori prestazioni, il consumo energetico ridotto e la resistenza degli SSD hanno un costo. A parità di giga disponibili infatti, gli SSD sono sicuramente più costosi degli HDD, come si vede nella tabella sopra. Detto questo, non è necessario optare per un’unità a stato solido da 1 TB. 500 GB sono più che sufficienti come memoria principale del computer (per un utilizzo medio/alto) e in questo caso, i prezzi si abbassano notevolmente. Il Samsung EVO 860 (SATA) da 500 GB costa circa € 65,00, mentre l’EVO 970 Plus (M.2) € 108,00. È vero che con 45,00 € puoi aggiudicarti il Seagate Barracuda da 1 TB, ma ti assicuro che la velocità e le prestazioni di un SSD, anche SATA, rispetto a un HDD si sentono. Tanto.

In definitiva quindi, come vedremo nella prossima sezione dedicata ai consigli per l’acquisto in base alle esigenze, comprare un SSD o un HDD dipende molto dall’utilizzo che ne dovrai fare.

HDD vs SSD – Quale ti serve?

Adesso che abbiamo visto caratteristiche, prestazioni e vantaggi di SSD vs HDD è il momento di tirare un po’ le somme. Quale tipo di supporto di memoria ti serve? Personalmente, consiglio sempre di passare a un SSD, perché è la modifica che offre il miglior rapporto qualità-prezzo sulle prestazioni del computer, tra l’altro Windows 10 è un sistema operativo creato per SSD, quindi usarlo con un hard disk meccanico può provocare diversi problemi, il primo dei quali è un ritardo all’avvio per cui sono necessari diversi minuti solo per arrivare ad avere il PC operativo. Detto questo, vediamo in quali casi è consigliabile l’acquisto di un HDD e quando invece è più indicato un SSD.

HDD

  • Se devi sostituire il tuo disco rigido o tutto il computer e vuoi risparmiare il più possibile, optare per un HDD meccanico sicuramente ti consentirà di ottenere più spazio di archiviazione a un prezzo nettamente inferiore. Detto questo, anche scegliere un SSD con meno spazio può essere una buona soluzione per non dover compromettere sulle prestazioni del computer. Dopo tutto, gli hard disk esterni costano sempre di meno ed è anche facilissimo trasformare un hard disk interno in esterno riclando quello che vuoi sostituire (se non è rotto).
  • Nel caso fossi un amante di film, telefilm, musica e scaricassi molti file, un HDD potrebbe fare al caso tuo. Con risoluzioni sempre più alte, come il 4K, i file video pesano sempre di più, quindi scaricando film e serie TV è facile riempire subito un hard disk non troppo capiente. Una buona alternativa può essere di installare due supporti: un SSD come disco principale con il sistema operativo e tutti gli altri programmi, e un HDD a parte da usare come memoria per download e altri file.
  • Infine, se sei un grafico o un videomaker, potrebbe avere senso acquistare un HDD meccanico per lo stesso motivo di cui sopra. Facendo grafica 2D e 3D so benissimo quanto possano arrivare a pesare i progetti. Ma anche in questo caso c’è da farsi una domanda. Non sarebbe meglio salvare tutto su un hard disk esterno o su un HDD extra, utilizzando come disco principale un SSD? Gli SSD offrono una velocità di lettura e scrittura nettamente migliore, un fattore che si vede anche quando si lavora con immagini e video. Installare programmi pesanti come Photoshop e Autodesk Maya su un SSD significa che ci metteranno un attimo ad aprirsi, anche i progetti caricheranno in meno tempo e, nel caso di video editing, la velocità di lettura anche a “solo” 500 MB/s offerta da un SSD SATA fa la differenza tra un’esperienza di montaggio fluida e una scattosa. Il mio consiglio in questo caso è di usare un SSD come disco principale, dove installare programmi e tenere solo quei progetti su cui stai lavorando attualmente. Lascia tutto il resto su un altro HDD o su un disco esterno, caricandoli sul tuo SSD fiammante quando ne hai bisogno.

SSD

  • Come abbiamo visto, gli SSD sono molto più resistenti degli HDD. Quindi, se giri spesso con il tuo computer o è sempre a rischio di urti e cadute, opta per un SSD senza pensarci due volte.
  • Se hai bisogno di un computer d’assalto, da poter accendere per utilizzare immediatamente, l’SSD è l’unica soluzione per questa esigenza. Un PC con un SSD come disco principale si accende ed è operativo entro pochi secondi. Sei il tipo di persona che deve tirare fuori il portatile per prendere appunti al volo o per controllare rapidamente qualcosa? Usa un SSD e non te ne pentirai assolutamente.
  • Come accennato sopra, l’SSD è cruciale anche per chi lavora con la grafica. Se sei improntato sul risparmio, un HDD può andare bene, potrai salvarci molte più cose. Ma se cerchi prestazioni e vuoi lavorare senza interruzioni o ritardi, optare per un SSD capiente dove tenere tutti i tuoi file e averli sempre a portata è incredibilmente più comodo. Vedrai tutti quei programmi solitamente pesantissimi aprirsi entro pochi secondi e potrai lavorare e salvare file a una velocità sbalorditiva. In alternativa, come consiglio anche sopra, puoi affiancare un SSD più piccolo da usare come memoria principale a un HDD molto più capiente, risparmiando sulla capacità ma senza compromettere nulla sulle prestazioni.
  • Se cerchi soluzioni da gaming, l’SSD fa decisamente al caso tuo. Con velocità di lettura e scrittura così performanti, i tuoi giochi caricheranno in un lampo e potrai sfruttare al massimo la potenza del tuo computer, senza dover sottostare al collo di bottiglia degli HDD meccanici tradizionali. I giochi di ultima generazione includono centinaia di migliaia di file, arrivando a svariate decine di gigabyte, quindi è chiaro che avere un SSD che riesca a leggerli tutti contemporaneamente ad almeno 500 MB/s offre una soluzione unica, che in partita fa veramente la differenza.

Confronto HDD vs SSD – Conclusioni

Nel complesso, passare da un HDD a un SSD conviene, sempre. A oggi il costo delle unità a stato solido non è più troppo alto. Con € 60,00 puoi acquistare un SSD da 500 GB e vedere il tuo computer accendersi e diventare operativo entro 30 secondi. Un SSD è anche un ottimo modo per ravvivare un PC con qualche anno di troppo, in quanto le velocità di scrittura e lettura significativamente più alte lo renderanno molto più utilizzabile.

Inoltre, essendo più resistenti, vista la mancanza di componenti mobili, gli SSD sono perfetti per chi viaggia o cerca una soluzione “da battaglia”, senza rischiare di ritrovarsi con un computer che non si avvia perché l’HDD è stato spostato troppo rapidamente o ha preso qualche urto di troppo.

Che ne pensi di questo confronto HDD vs SSD? Commenta qui sotto e condividila con i tuoi amici! Non dimenticarti di iscriverti alla newsletter di Stolas Informatica e di seguirmi su Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Available for Amazon Prime
Send this to a friend