fbpx

Sei alla ricerca di un paio di cuffie che ti permettano di ascoltare musica o effettuare una chiamata, specialmente quando corri o ti alleni, riuscendo a sentire la voce o i suoni in modo pulito, chiaro e cristallino? Allora le cuffie a conduzione ossea potrebbero essere le più adatte alle tue esigenze. Andiamo a scoprire insieme come funziona questa tecnologia, i vantaggi che offre rispetto a cuffie e auricolari tradizionali, ma anche, soprattutto, quali sono le migliori sul mercato.

Se dopo aver letto questo articolo vuoi saperne di più, ti consigliamo di leggere alcune recensioni di cuffie a conduzione ossea, così da poter identificare le migliori per le tue necessità, a livello di prezzo e qualità. Ma adesso non perdiamoci in chiacchiere e andiamo a capire tutte le funzionalità e le caratteristiche di questi wearable di ultimissima generazione.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

cuffie-conduzione-ossea-cosa-vantaggi-copertina

Come funzionano le cuffie a conduzione ossea?

Se stai pensando di acquistare delle cuffie di questo tipo devi innanzitutto sapere che cos’è la conduzione ossea.

Prima di capirne meglio le caratteristiche, hai bisogno, però, di capire meglio cosa sia il suono. Non che tu non lo sappia, ma te lo spiego nella sua forma più tecnica. Il suono, o le onde sonore, altro non è che costituito da delle vibrazioni; le molecole d’aria vibrano propagando il suono a catena e, quando arrivano al tuo orecchio tramite un processo abbastanza complesso, le vibrazioni vengono tradotte in un segnale nervoso che il cervello elabora e ti rimanda come i suoni che sei abituato ad ascoltare.

Infatti, il suono non può propagarsi nel vuoto poiché non vi è alcun mezzo per poter trasportare queste vibrazioni. Ma oltre che attraverso l’aria, le vibrazioni possono estendersi anche tramite i solidi.

Le cuffie a conduzione ossea sfruttano proprio questa particolarità, avendo la capacità di propagare il suono in un modo alternativo: attraverso le ossa. I diffusori di queste cuffie, solitamente, vanno poggiati appena davanti l’orecchio, lì dove c’è la congiunzione tra mascella e mandibola; in questo modo il timpano viene in parte bypassato e le vibrazioni arrivano direttamente nel canale uditivo medio. Questo può costituire una sorta di protezione per il tuo timpano, cosa che invece con le cuffie classiche, se impostate a volume alto, non possono fare e anzi, le conseguenze possono essere anche gravi.

Quali sono i vantaggi rispetto alle cuffie classiche?

Le cuffie a conduzione ossea sono preferibili rispetto alle tradizionali proprio perché offrono un vantaggio riscontrabile in moltissime situazioni.

Tanto per cominciare, hai le orecchie libere di ascoltare anche quello che ti succede intorno. Negli ultimi anni, infatti, gli incidenti stradali provocati dalla distrazione sono in crescita non solo per chi usa il telefono alla guida, ma anche per quegli incoscenti che ascoltano musica con cuffie isolanti, esponendosi a grossi rischi evidenti.

Per questo, usare delle cuffie a conduzione ossea potrà risultarti utile e vitale in tutte quelle situazioni in cui hai necessità di sentire i rumori che ti circondano.

Per chi sono adatte le cuffie a conduzione ossea?

Le cuffie di questo tipo sono tra i dispositivi indossabili di ultima generazione più usati per le attività sportive.

Se sei un atleta amatoriale o professionista, questi dispositivi ti garantiscono un modo tutto nuovo di ascoltare la musica mentre ti stai allenando. Inoltre, lasciandoti libero di ascoltare anche quello che ti succede intorno, è la tecnologia ideale per ciclisti, nuotatori o runner che vogliono allenarsi con la musica in totale sicurezza e tranquillità.

Comodità nell’indossarle

Se vuoi ascoltare musica quando ti alleni saprai, certamente, quanto è essenziale avere degli auricolari pronti a garantirti comodità mentre le indossi.

Spesso però, le cuffie tradizionali danno quella fastidiosa sensazione, come se stessero sempre per scivolarti via, ragion per cui molte sono dotate di supporti, che però contribuiscono a renderle anche più scomode.

Le cuffie a conduzione ossea invece, essendo costituite da una struttura stabile e confortevole; possono essere poggiate sulla testa in modo che restino ben salde, anche dopo tante ore di attività fisica.

Inoltre, spesso sono anche resistenti all’acqua; il loro design ergonomico, quindi, ti permetterà di usarle con facilità e offre una buobna impermeabilità, in grado di resistere alla pioggia leggera o al sudore.

Le migliori cuffie a conduzione ossea sul mercato

Ora che abbiamo visto come funzionano le cuffie a conduzione ossea, quali sono i loro vantaggi e a chi sono più adatte, è il momento di scoprire alcuni dei migliori modelli sul mercato. Ce ne sono davvero tanti, ma non preoccuparti, siamo qui apposta per darti una mano e, se volessi saperne di più, ti consigliamo di andare a scoprire le recensioni delle cuffie menzionate.

Come primo modello, troviamo sicuramente le Aropex della Aftershokz, considerate le migliori in assoluto. L’azienda è leader nel settore della tecnologia a conduzione ossea e produce cuffie resistenti, impermeabili e con uno stile abbastanza versatile, capaci di regalarti un audio eccezionale e limpido, il tutto grazie alla sua funzionalità premium pitch 2+ che rende il suono molto più pulito e preciso. Sono davvero adatte per ogni tipo di attività sportiva con una batteria che dura fino ad 8 ore dal suo utilizzo.

Se invece dovessi preferire qualcosa di più ergonomico, dovresti dare un’occhiata alle Tayogo S2. Si collegano facilmente ad uno smartphone con la tecnologia Bluetooth 5.0, stabilendo una connessione forte e sicura. L’autonomia è di circa 5 ore, mentre i materiali usati per realizzarle sono impermeabili e resistenti, ma sempre leggeri e confortevoli.

Vuoi risparmiare un po’? Allora dovresti dare un’occhiata alle Xtrainerz, sempre della Aftershokz. Queste cuffie sono particolarmente adatte ai nuotatori, vista l’impermeabilità IP68, simile a quella degli smartwatch che possono immergersi fino a 5 metri. Sono compatibili con le cuffie da nuoto o i tappi per le orecchie e la confezione include addirittura una cuffia da nuoto.

Infine, troviamo le GlobalCrown, considerate le migliori cuffie bluetooth a conduzione ossea. La connessione Bluetooth è molto potente, in grado di resistere in un raggio d’azione di 10 metri. L’autonomia, come la maggior parte delle cuffie a conduzione ossea, è dalle 5 alle 8 ore. Ovviamente, potrai gestire le tue cuffie mettendo in pausa un brano che stai ascoltando, mandarlo avanti o sentire le telefonate; tutto grazie alle gesture. Infine, sono molto resistenti all’acqua e al sudore.

Cosa ne pensi delle cuffie a conduzione ossea? Ci sono dei modelli in particolare che consiglieresti? Commenta qui sotto e condividi questo articolo con i tuoi amici! Non dimenticarti di iscriverti alla newsletter di Stolas Informatica e di seguirci su FacebookInstagram e Telegram per rimanere sempre aggiornato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.