Secondo uno studio di Confcommercio, in Italia un’azienda su tre (36%) non ha un sito web. Se la tua azienda rientra in questa percentuale, molto probabilmente stai perdendo l’occasione di attirare nuovi clienti, ma anche quella di seguire la tua clientela esistente e, in generale, di accrescere la tua impresa. Questo è un problema enorme, perché (non ci sarebbe neanche bisogno di dirlo) con il passare degli anni, sempre più utenti cercano una soluzione ai propri problemi online, ancor prima che su strada, complice la pandemia, oltre al normale tasso di digitalizzazione. Per questo, nel 2021, avere un ottimo sito web aziendale non è optional, è necessario per essere trovati, crescere e, soprattutto, sopravvivere. In questo articolo, ti spiegherò quali sono alcuni dei fattori essenziali a cui prestare attenzione per realizzare un sito web aziendale adatto alle tue esigenze e a quelle della tua audience.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

realizzare-sito-web-aziendale-copertina

Qual è lo scopo del tuo sito web aziendale? Trova la piattaforma giusta

La prima domanda che dovresti porti per poter creare un ottimo sito web aziendale è: cosa voglio ottenere? La risposta potrà indirizzarti verso la miglior piattaforma, o CMS (Content Management System), per il tuo scopo.

Nel 2021 in Italia, eCommerce è una parola che sentiamo fin troppo spesso, al punto che molte persone pensano che sia l’unico motivo valido per creare un sito web aziendale. Ovviamente, non è proprio così. Un bar o ristorante difficilmente potrà beneficiare di un eCommerce, ma sicuramente potrà godere dei vantaggi offerti da un buon sito web.

Quindi, tornando alla nostra domanda, cosa vuoi ottenere dal tuo sito web aziendale? Vuoi vendere il tuo prodotto? Parlare delle iniziative, degli eventi e dell’attività della tua impresa? Oppure cerchi solo un portale per presentare la tua azienda?

Che la tua azienda abbia una presenza online o meno, quasi sicuramente avrai sentito parlare di WordPress, Shopify e Wix. Questi tre CMS a oggi sono tra i più diffusi, per ottimi motivi. Vediamo quale soluzione possa convenire a seconda dell’obiettivo del tuo sito web aziendale:

  • WordPress: grazie alla sua larga diffusione (circa il 33% di tutto il web), WP gode di un supporto unico. Nato come piattaforma per blog, a oggi con WordPress è possibile creare qualsiasi tipologia di sito web, che tu voglia solo un sito vetrina, un eCommerce (grazie a WooCommerce), un eLearning (con LMS con LearnDash) o altro ancora. WordPress è abbastanza facile da usare, anche se più è complesso il progetto, più potresti aver bisogno di una mano. Fortunatamente però, non dovresti aver problemi a trovare professionisti specializzati in questa piattaforma.
  • Shopify: questa soluzione si è fatta strada nel settore eCommerce proprio in virtù della sua semplicità, essendo mirato esclusivamente alla realizzazione di eCommerce, ma anche grazie alla sua versatilità. Grazie a Shopify (e Oberlo) infatti potrai facilmente aprire un negozio online in dropshipping, vendendo prodotti di terze parti senza avere neecssariamente accesso a un magazzino. Se sei interessato a un eCommerce da uno o più prodotti, Shopify potrebbe proprio fare al caso tuo.
  • Wix: questa piattaforma si è diffusa a macchia d’olio negli ultimi anni grazie al suo sistema drag & drop, che permette di creare siti web aziendali facilmente, senza alcuna competenza tecnica. Può essere una buona soluzione se hai bisogno di un sito vetrina che non richiede troppi aggiornamenti o per un One Product Shop. Il “problema” di Wix è che il suo più grosso vantaggio diventa fin troppo facilmente uno svantaggio. Poter creare un sito web aziendale senza competenze tecniche non è necessariamente un bene, rischieresti di tralasciare aspetti importanti dello sviluppo web, come quelli che stiamo per vedere nelle prossime sezioni.

Design belli, ma anche funzionali

Un buon design web non si limita a creare un bel sito aziendale, ma deve riuscire a rappresentare il tuo brand online, attraendo potenziali clienti e facendoli interagire. Per questo, le pagine non devono solo essere belle, ma soprattutto funzionali, che si tratti di prodotti o informazioni.

Un ottimo sito web aziendale deve essere sì bello ed elegante (non scadiamo sul pacchiano), ma sopratuttto facile da usare. Le informazioni che vogliamo mostrare ai nostri clienti devono essere a portata di click, con metodi di contatto immediati e procedure di acquisto facilitate. Soprattutto però, un sito web deve essere veloce. Degli studi hanno dimostrato che una pagina che richiede 7 secondi per caricare, ha un tasso di abbandono del 32%. Scendendo a 2 secondi, il tasso cala al 10%. Quindi, preferisci un sito dinamico e carico di effetti speciali che non viene neanche visto da un terzo dei tuoi potenziali clienti o un sito più semplice che effettivamente viene visitato?

Un altro fattore da considerare in termini di design funzionale è l’aspetto responsive. Come si vede il tuo sito web aziendale su computer, smartphone e tablet? A oggi il traffico da dispositivi mobili si aggira sul 60% del totale. Concentrarsi sull’aspetto del sito da PC, tralasciando cellulari e tablet non è più pensabile. Ti dirò di più però, se la tua attività è locale, dovresti aspettarti ancora più visite da mobile, considerando che gli utenti tendono a cercare questo genere di esercizi proprio mentre sono in giro e quindi hanno a portata solo il telefono.

Utilizza un metodo di pagamento facile

Circa il 70% dei carrelli dei vari eCommerce viene abbandonato prima di completare l’acquisto. Capiamoci, portare questa percentuale a 0 non è pensabile, ma sicuramente ci sono diverse soluzioni da integrare per ridurre la quantità di carrelli abbandonati e, volendo, per recuperarne alcuni.

In questo senso, è molto importante creare un’esperienza di acquisto semplificata sul proprio sito web aziendale, che ispiri fiducia senza confondere. Una buona mossa è implementare metodi di pagamento noti, affidabili e che tutelino l’acquirente. Tra PayPal, GPay e Apple Pay, sono sempre di gateway di pagamento di terze parti non solo fidati, ma anche diffusi. Far pagare con un sistema che l’utente già conosce e utilizza è molto più facile no?

Costruisci una strategia SEO di successo per il tuo sito web aziendale

Avere il miglior sito web del mondo non potrà aiutarti se i motori di ricerca non lo conoscono. Ecco quindi che entra in gioco la strategia SEO, ovvero di Search Engine Optimization. Costruire una buona strategia SEO per il tuo sito web aziendale non è difficile quanto si possa pensare. Prima di tutto, dovresti chiederti chi sono i tuoi clienti, quindi dovrai creare i contenuti giusti per rispondere ai loro dubbi e risolvere i loro problemi. Le pagine del tuo sito web dovranno avere argomenti chiari, che motori di ricerca come Google possono comprendere e indicizzare correttamente.

Prima inizi a creare e ottimizzare i contenuti per i motori di ricerca, prima vedrai i risultati. Ricordati che per mantenere una buona strategia SEO dovrai assestarla man mano che gli algoritmi cambiano, così da essere sempre rilevante. Non preoccuparti, se i tuoi contenuti sono di qualità lo sforzo SEO non sarà titanico, ma se dovessi essere troppo occupato a gestire la tua azienda, puoi sempre rivolgerti a dei professionisti del settore che potranno seguire la strategia al posto tuo o quanto meno guidarti.

Concentrati sul Content Marketing

Articoli, post su blog e social media sono tutte ottime opportunità per le aziende interessate a comunicare con potenziali clienti. Il Content Marketing è proprio questo. Si tratta di creare contenuti che offrano un buon valore ai tuoi utenti. Proprio come la SEO (di cui il Content Marketing è parte integrante), creare contenuti non è difficile: è la tua azienda, nel tuo settore, chi meglio di te può parlarne?

Ricordati che per poter creare un legame forte e continuo con la tua audience, i contenuti dovranno essere pubblicati con cadenza regolare. Scrivere due post al mese sul blog del tuo sito web aziendale difficilmente ti porterà lontano, comincia con due o tre a settimana per popolare il portale di contenuti utili, una volta preso il via potrai ridurre, ma si tratta comunque di una strategia da perseguire per diversi mesi, se vuoi vedere risultati.

Lo stesso vale anche per i Social Media. Il sito web aziendale oggi è una necessità, perché organizza al meglio le informazioni che vuoi comunicare ai tuoi clienti, potenziali o meno che siano. I social network però consentono un contatto molto più immediato, ma hanno bisogno di una strategia a sé. Le diverse piattaforme predilogono stili diversi, un post del blog non avrà successo su Instagram e TikTok, mentre potrebbe essere condiviso compulsivamente su Facebook. Inoltre, a seconda del tuo target potrebbe essere inutile presidiare alcuni social. Anche in questo caso, se non sai da dove cominciare, il consiglio rimane quello di rivolgersi a esperti del settore, che potranno aiutarti a creare una strategia di Content Marketing, social o meno, adatta alla tua azienda.

Cosa ne pensi di questa guida per realizzare un ottimo sito web aziendale che funzioni? Commenta qui sotto e condividi questo articolo con i tuoi amici! Non dimenticarti di iscriverti alla newsletter di Stolas Informatica e di seguirci su FacebookInstagram e Telegram per rimanere sempre aggiornato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Send this to a friend