Il tracciamento delle email tramite tracking pixel non è raro, anzi, sono sempre di più le comunicazioni tramite posta elettronica che li utilizzano. Ma in cosa consiste esattamente questa tecnologia? Come è possibile difendersi ed evitare di essere “tracciati” sulla propria email? In questo articolo, vedremo cosa sono i tracking pixel, come funzionano e come puoi impedire che vengano caricati quando controlli le tue email

Praticamente qualsiasi attività che facciamo online può essere controllata e utilizzata in un modo o nell’altro per creare un nostro profilo digitale. Nel migliore dei casi, questo si riflette in pubblicità mirate secondo i nostri interessi e le nostre ricerche, ma non sempre. I tracking pixel inseriti nelle mail invadono la nostra privacy, fornendo diverse informazioni ai mittenti: dalle più basilari, come l’apertura o meno della comunicazione, fino a dettagli più privati, come la posizione, sistema operativo e programma utilizzato per leggere la mail. Per questo è importante sapere cosa siano e come funzionano i tracking pixel e come puoi bloccarli.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

bloccare-tracking-pixel-email-copertina

Cosa è un tracking pixel e come funziona?

Un tracking pixel solitamente consiste in un’immagine trasparente di 1×1 pixel, inserito nel contenuto della mail. Nella maggior parte dei casi l’immagine è in formato .GIF, ma non necessariamente. Anche se non puoi vederlo, il pixel viene caricato automaticamente quando apri la mail, come qualsiasi altra immagine.

Nel migliore dei casi, il tracking pixel viene usato in alcuni sistemi informatici per verificare che un’email sia stata aperta e quando. All’atto pratico però, con questi pixel di tracciamento si possono ottenere molte più informazioni, come la posizione geografica del dispositivo che ha aperto la mail, il sistema operativo, il programma utilizzato e altro ancora.

Non è difficile intuire che, se la persona sbagliata utilizzasse un tracking pixel per finalità poco trasparenti, avrebbe a disposizione praticamente tutto il necessario per provocare danni abbastanza seri.

Sapendo che è così facile “sacrificare” tutte queste informazioni personali, senza neanche rendersene conto, l’importante è correre ai ripari. Infatti, esistono diversi modi per bloccare i tracking pixel nelle email, o quanto meno rendere il loro lavoro molto più complicato.

Bloccare i tracking pixel nelle email sulle piattaforme più note

Uno dei migliori metodi per bloccare il tracciamento via mail, è disabilitare l’autocaricamento delle immagini. La procedura può variare da provider a provider, ma nel complesso non è mai troppo difficile.

Gmail

Gmail-logo
  1. Accedi alla tua casella di posta Gmail e clicca sull’ingranaggio in alto a destra per aprire le Impostazioni rapide;
  2. Clicca su Visualizza tutte le impostazioni;
  3. Nella prima scheda, Generali, scorri fino alla sezione Immagini;
  4. Seleziona Chiedi prima di visualizzare immagini esterne. Ricordati che attivando questa opzione disattiverai anche le email dinamiche.
  5. Scorri fino a fondo pagina e clicca su Salva modifiche per confermare tutto.

Outlook.com

Outlook-logo

Ad oggi, Outlook.com carica le immagini presenti nelle email tramite proxy, proprio per proteggerti da contenuti pericolosi, tracker inclusi.

Caricando le immagini via proxy, le eventuali informazioni che verrebbero ricevute da chi ha inviato il tracking pixel sarebbero quelle provenienti dal server proxy di Outlook. Insomma, non devi preoccuparti di nulla!

Yahoo! Mail

Yahoo-Mail-Logo
  1. Apri Yahoo! Mail e clicca sull’icona ingranaggio delle Impostazioni, quindi seleziona Altre impostazioni;
  2. Seleziona Visualizzazione Email;
  3. Scorri fino a Mostra immagini nei messaggi;
  4. Attiva la voce Chiedi prima di mostrare immagini esterne.

Bloccare i tracking pixel delle email con estensioni per browser

Un altro metodo per bloccare il tracciamento via email è con un’estensione per browser. Se preferisci questa opzione, non dovrai fare altro che installare una delle estensioni sul tuo browser preferito e procedere all’eventuale configurazione guidata (non sempre necessaria).

Ugly Email – Chrome e Firefox

Ugly Email è l’estensione browser più scaricata per Gmail e blocca tracking pixel, ricevute di apertura e altri script di tracciamento. Essendo un plugin per Gmail, può aiutarti solo se usi la posta elettronica di Google.

bloccare-tracking-pixel-email-browser-ugly-email

Trocker – Chrome e Firefox

Detto questo, Ugly Email è disponibile sia per Chrome che per Firefox e l’installazione è semplicissima. Clicca sul link nel nome qui sopra e, nella pagina che si aprirà, seleziona il tuo browser. Verrai reindirizzato allo store del programma che hai selezionato, dove ti basterà cliccare sul tasto per “aggiungere” o “installare” l’estensione.

bloccare-tracking-pixel-email-browser-trocker

Trocker è un’altra estensione disponibile sia per Google Chrome che per Mozilla Firefox e funziona su Gmail, Yahoo! Mail e Outlook.com.

Per installare Trocker, ti basterà andare sul sito ufficiale del progetto e cliccare su “Add to Chrome” o “Add to Firefox” a seconda del tuo browser. Si aprirà la pagina sullo store che hai scelto e quindi dovrai solo cliccare sul tasto per installare l’estensione.

Bloccare il tracciamento via tracking pixel sui client email più diffusi

Se usi un client email per controllare la tua posta elettronica, invece della webmail da browser, dovrai seguire un’altra procedura a seconda del programma. Ecco come puoi bloccare i tracking pixel nelle email a seconda del tuo client:

Apple Mail su macOS e iOS

Apple-Mail-App-Icon

Fortunatamente, il client Mail della Apple è molto simile in tutte le sue versione, che sia macOS o iOS per iPhone e iPad. A prescindere dal tuo dispositivo, ecco come puoi bloccare i tracking pixel nelle email su Apple Mail:

  • Seleziona Mail e vai a Preferenze;
  • Clicca su Vista;
  • Togli la spunta a Carica contenuto remoto dai messaggi.

Gmail su Android e iOS

Gmail-app-icon

La procedura per disattivare il tracciamento tramite pixel nelle email con l’app di Gmail è facilissima, ed è la stessa sia per la sua versione Android che iOS. Quindi, ecco cosa devi fare per bloccare i tracking pixel su email con l’app di Gmail:

  • Apri Gmail e clicca sull’icona hamburger (tre linee orizzontali) in alto a sinistra per aprire il menu;
  • Scorri fino in fondo, fino a Impostazioni (icona a ingranaggio) a tocca l’opzione;
  • Seleziona l’account che vuoi configurare;
  • Scorri fino a Immagini e tocca la voce;
  • Seleziona Chiedi prima di visualizzare immagini esterne.

Microsoft Outlook 365

Outlook-app-icon

Per impostazioni predefinite, tutti i client Outlook bloccano automaticamente il caricamento delle immagini nelle email. Detto questo, se per qualche motivo il tuo non lo facesse già, ecco come puoi fare:

  • Fai tap sull’icona a ingranaggio in basso a sinistra per aprire le Impostazioni;
  • Scegli Posta e quindi Layout;
  • Scorri fiino a Immagini del mittente e quindi seleziona “Non mostrare immagini dei mittenti“;
  • Clicca su Salva per confermare la modifica.

Yahoo! Mail su Android e iOS

yahoo-mail-app-icon
  • Apri Yahoo! Mail e clicca sull’icona Profilo;
  • Fai tap su Impostazioni;
  • Scorri verso sinistra la voce Blocca immagini.

Una VPN può aiutarti a bloccare i tracking pixel nelle email?

Le VPN sono pensate e progettate appositamente per migliorare la tua sicurezza e la tua privacy online, quindi possono aiutarti anche a bloccare il tracciamento via email. Per farti un esempio, se il tracking pixel in un’email registrasse anche il tuo indirizzo IP, una VPN ti salverebbe senza problemi, visto che nasconde il tuo IP originale, mostrando solo quello relativo al server VPN da cui sei connesso.

Detto questo, a seconda del tuo provider VPN, una rete privata virtuale potrebbe fare anche molto di più. Ad esempio, Surfshark, una delle migliori VPN del 2021, integra la suite di sicurezza informatica CleanWeb, che blocca malware e link pericolosi. Quindi, se il tracking pixel in una mail provenisse da uno dei siti nella blacklist di CleanWeb, verrà bloccato automaticamente.

Tuttavia, le VPN fanno molto di più e migliorano la tua privacy ben oltre il semplice blocco dei tracciamenti via email. Ecco alcuni dei motivi principali per cui dovresti usare una VPN per migliorare la tua sicurezza online e difendere la tua privacy:

  • Le VPN eseguono la crittografia di tutto il tuo traffico, quindi se il tuo ISP (provider di servizi internet) o un altro ente di controllo, dovessero provare a monitorare la tua attività, non riuscirebbero a vedere nulla di quello che fai su internet.
  • Le VPN nascondono il tuo indirizzo IP originale. Così facendo diventa molto più difficile rintracciarti, profilarti e per dirne una, vedere se usi torrent o altri sistemi di condivisione file P2P.
  • Le VPN possono simulare un’altra geolocalizzazione. Collegandoti a server remoti di VPN, puoi “simulare” una connessione da altri paesi, come USA, Regno Unito, Giappone… Questo significa sia che potrai accedere a servizi online disponibili solo in quei paesi, sia che, nel caso qualcuno volesse capire dove ti trovi, non risulteresti collegato dalla tua vera posizione geografica.
Prova subito Surfshark con l’81% di sconto!

Bloccare i tracking pixel nelle email – Conclusioni

I tracking pixel non sono automaticamente malvagi solo per raccolgono informazioni sull’apertura delle email. Però, a seconda di chi controlla questi dispositivi software, possono essere usati anche per danneggiare utenti e aziende. Per questo è così importante sapere cosa sono, come funzionano e come evitare di fornire involontariamente informazioni riguardo la nostra rete, il nostro dispositivo e in generale, sulla nostra vita.

Che utilizzi una webmail o un client installato sul tuo dispositivo, è bene sapere che è possibile bloccare del tutto i tracking pixel o quanto meno mitigare la quantità e l’accuratezza delle informazioni che possono ottenere su di noi.

Che ne pensi di questa guida per bloccare i tracking pixel nelle email? Commenta qui sotto e condividila con i tuoi amici! Non dimenticarti di iscriverti alla newsletter di Stolas Informatica e di seguirmi su Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Segui Stolas!

Iscriviti alla mailing list di Stolas per ricevere in anteprima novità e sconti!

Grazie per esserti iscritto!

Something went wrong.

Send this to a friend